Referendum, Gentiloni: "disposto a fare dei passi avanti"

Referendum, Gentiloni:

Referendum, Gentiloni: "disposto a fare dei passi avanti"

Sala (Pd): Zaia fa un discorso pericolosissimo Sull'esito del referendum per l'autonomia della Lombardia e del Veneto "la cosa positiva è che Maroni ha preso le distanze da Zaia, che secondo me sta facendo un discorso pericolosissimo" ha detto il sindaco Pd di Milano, Giuseppe Sala, commentando l'esito della consultazione referendaria che si è tenuta domenica nelle due Regioni. Maroni in conferenza stampa ha sottolineato che sul coordinamento del sistema tributario "Gentiloni ha aggiunto che sarà necessario anche il coinvolgimento del Mef, il che per me è una buona notizia perché quella delle risorse è una parte fondamentale". "Già nelle prossime ore spero di inviare in via preventiva il documento a tutti gli stakeholder per dare il tempo di presentare osservazioni - ha spiegato - e di chiudere la partita prima di fine anno, ai primi di dicembre". Maroni (gongolante) va a discutere con Gentiloni il confronto sulle materie proposte dal. Ci vedremo non appena sarà depositata in Consiglio la risoluzione. Noi ovviamente chiederemo tutte le 23 competenze.

Autonomia o statuto speciale? "La politica esce da questa trattativa dalle 23 di ieri, non c'è più una istanza della politica ma di un popolo che vota in maniera variegata ma che al 98% dice che vuole un Veneto autonomo". Con questo voto "prendono corpo i dettami dei padri costituenti che si immaginavano un'Italia del tutto federalista".

Anna Tatangelo si riavvicina a Gigi D'Alessio?
Questa estate i paparazzi avevano fotografato entrambi in Sardegna in vacanza con il figlio, ma in momenti separati. Persone vicine ad Anna e Gigi che frequentandoli abbiano forse sentito aria di chiarimento tra i due.


Non si è fatta attendere la replica del governatore del Veneto Luca Zaia, che ha accolto positivamente l'invito al dialogo di Gentiloni: "Leggo in positivo le parole del premier". E ha annunciato altri referendum sull'autonomia. "Non è possibile, ad esempio, che l'alta velocità non arrivi in Calabria e in Sicilia, e una equiparazione dell'indice di infrastrutturazione per quanto riguarda autostrade e aeroporti".

A due giorni dal referendum sull'autonomia di Lombardia e Veneto, il premier Paolo Gentiloni - oggi in visita allo stabilimento Eni di Porto Marghera (Venezia) e alla sede Generali Italia a Mogliano Veneto (Treviso) - si è detto pronto a un confronto sul tema: "Guardo con interesse, rispetto, disponibilità alla discussione aperta dai referendum sul tema dell'autonomia. E un altro con il governo" ha detto il presidente della Regione Lombardia in un'intervista a Repubblica.

Latest News