Champions, Juve e Roma vedono gli ottavi

Miralem Pjanic

Miralem Pjanic

Il Bayern Monaco, dopo l'addio di Ancellotti e con l'arrivo di Heynckes, sa solo vincere e questo è quello che chiede l'allenatore tedesco alla propria squadra anche senza l'infortunato Muller e, presumibilmente, senza Lewandosky, uscito a fine primo tempo per un problema muscolare nella partita di campionato vinta con il Lipsia. Nella ripresa grande reazione che culmina con il gol dell'1-1, il 30° nelle coppe europee di Higuain su assist di Cuadrado. Massimiliano Allegri inoltre si è mostrato insoddisfatto della prestazione di oggi affermando che in campo c'era molta confusione e che di buono c'è stato solo il risultato.

Apollon-Atalanta, Gasperini: "Importante qualificarsi per pensare solo al campionato"
Domani abbiamo il primo match-point per chiudere la qualificazione e siamo fiduciosi. Gli altri sono tutti a disposizione, solo Cornelius è da valutare.


Ecco dunque come la Juventus può qualificarsi agli ottavi di Champions League due giornate prima della conclusione del girone: il calcolo è semplice e ci dice che basterebbe una vittoria all'Alvalade e un'Olympiacos perdente o al massimo con un pareggio contro il Barcellona. Per la qualificazione la corsa si fa ovviamente sulla terza del girone, ovviamente lo Sporting, ma bisogna considerare anche la quarta: l'Olympiacos infatti potrebbe sempre scavalcare i portoghesi segnando il nuovo confine per il passaggio del turno. Tre punti contro lo Sporting Lisbona permetterebbero ai bianconeri di accedere alla fase eliminatoria con due turni di anticipo. I bianconeri non sono ancora matematicamente qualificati agli ottavi di finale di Champions League e per avere la certezza del secondo posto sono necessari 3 punti. Per la Juventus difficile pensare al primo posto vista la dura sconfitta per 3-0 contro i Blaugrana all'andata.

Latest News