Influenza: In arrivo in Italia "la peggiore epidemia degli ultimi decenni"

Influenza: al via le vaccinazioni

Influenza: In arrivo in Italia “la peggiore epidemia degli ultimi decenni”

Per il resto il vaccino anti-influenzale avrà la stessa composizione di quello del 2016-2017, con i ceppi H3N2 e B. Secondo Fabrizio Pregliasco (nella foto sopra), virologo dell'università degli studi di Milano, "quella che ci aspetta dovrebbe essere una stagione influenzale di media intensità, con non meno di 5 milioni di casi". Come ogni anno novembre, dicembre e gennaio saranno i mesi in cui sarà maggiormente frequente il rischio di contrarre il virus dell'influenza. D'altronde il virus dopo essere arrivato nel sud-esiatico e nella penisola araba starebbe facendo rotta proprio vero l'Europa.

"La campagna vaccinale - spiega una nota della Asl - è rivolta agli ultra 65enni e alle categorie a rischio: bambini di età superiore ai sei mesi, ragazzi e adulti fino a 65 anni di età affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza, quali malattie croniche dell'apparato respiratorio, malattie cardiovascolari, diabete, tumori, insufficienza renale, malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, malattie infiammatorie croniche, epatopatie, malattie degli organi emopoietici, patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici".

I sintomi dell'influenza compaiono rapidamente: dolore alle articolazioni e alle ossa; stanchezza e malessere; febbre, che nei bambini in particolare può arrivare anche a 40°C; mal di testa; occhi lucidi e arrossati; mal di gola e tosse secca; secrezioni nasali piuttosto chiare.

Next Gen ATP Finals, Chung vince ancora: ok Khachanov
Dopo il ko arrivato al quinto set contro Rublev , Quinzi sforna un'altra buona prova sul cemento di Milano , ma si sveglia tardi. Anche Shapovalov è uscito sconfitto all'esordio nella rassegna milanese contro il coreano Chung .


Cos'è l'influenza? Una malattia provocata da virus che infettano le vie aeree, molto contagiosa che si trasmette facilmente attraverso goccioline di muco e di saliva, anche semplicemente parlando vicino a un'altra persona. I disturbi scompaiono nel giro di una settimana.

Secondo Giovanni D'Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, le accortezze da seguire sono le classiche legate all'igiene: lavarsi le mani, coprirsi la bocca quando si starnutisce e rimanere a casa quando si percepiscono i primi sintomi.

Latest News