Sigarette, il Vaticano sospende la vendita dal 2018

Vaticano, lotta al fumo: singolare scelta del Papa Vietata la vendita di sigarette ai propri dipendenti

Sigarette in Vaticano, vendita vietata dal 2018. Ci si andava apposta per pagarle meno

La decisione del Papa è stata riferita da Greg Burke, Direttore della Sala Stampa Vaticana.

Dall'anno prossimo, però, il punto vendita smetterà di funzionare (almeno per il tabacco) perché Papa Francesco ha deciso di vietare la vendita di sigarette ai suoi dipendenti, ai religiosi e ai monsignori. Per ordine di Papa Francesco dal 1° gennaio 2018 nella Città del Vaticano non si potranno più vendere sigarette.

Milan, Fassone all'Uefa per il voluntary Fair Play agreement
La risposta dell'Uefa potrebbe arrivare entro oggi o domani, ma non sono da escludere tempi più lunghi, indicativamente entro il prossimo Natale.


Burke ha citato i dati dell'Organizzazione mondiale della sanità, secondo cui ogni anno il fumo è la causa di oltre sette milioni di morti in tutto il mondo. Il motivo è molto semplice: la Santa Sede non può contribuire ad un esercizio che danneggia chiaramente la salute delle persone. Prima di tale divieto c'era un tetto massimo per gli acquisti di tabacchi il quale arrivava a 5 stecche al mese.

Latest News