Russia 2018, festa Senegal: dopo 15 anni c'è la qualificazione al Mondiale

È che le due partite sono così attaccate da far pensare ad uno scontro ad eliminazione diretta. In realtà le squadre fanno parte del Gruppo D delle qualificazioni africane per il Mondiale, in cui la situazione è tutta ancora da decidere. Entrambi sono in grado di puntare la porta e segnare tanto; come prima punta Cissé ha mostrato in questi ultimi tempi di preferire Diafra Sakho (in gol contro Capo Verde lo scorso mese), ma le alternative (soprattutto Moussa Sow e Moussa Konaté) sono praticamente dei titolari aggiunti.

Sudafrica-Senegal in realtà si è disputata, esattamente un anno fa, il 12 novembre 2016, ma il risultato (2-1 in favore dei padroni di casa) non è stato omologato dalla FIFA. Koulibaly ha disputato l'intero match.

Carabinieri, Cosa nostra, Palermo
Farebbero tutti del clan del Borgo Vecchio, cuore della città ed enclave di Cosa nostra radicata nel cuore del capoluogo siciliano.


Koulibaly e compagni puntano a tornare al Mondiale dopo l'edizione 2002, quella della prima storica qualificazione del Senegal. Il Senegal torna a giocare una fase finale del Mondiale dopo 16 anni. Grande qualità e velocità nel reparto avanzato: sugli esterni spingono infatti Keita Balde Diao, ex della Lazio, e Sadio Mané che è diventato un punto di riferimento per questa nazionale.

E' il 4-2-3-1 il modulo di riferimento del Sudafrica: Stuart Baxter, Commissario Tecnico scozzese, dovrà fare a meno dello squalificato Zungu e dunque nella cerniera mediana dovrebbe mandare in campo Serero, che gioca nel Vitesse e dovrebbe fare coppia con Mokotjo. Anzi, considerato il match di ritorno, anche tre.

Latest News