F1, anche in Brasile dominio Mercedes

Brazilian Grand Prix Sao Paulo Interlagos 9- 12 November 2017

Incidente di Hamilton, sbaglio del pilota o problema tecnico?

Valtteri Bottas ha conquistato per soli 38 millesimi la pole position del Gran Premio del Brasile. Sarà una gara serrata ma siamo più vicini alle Mercedes di quanto ci aspettassimo, potrebbero essere più veloci di noi in rettilineo, ma siamo contenti comunque.

Daniel Ricciardo con l'altra Red Bull si è classificato dietro al compagno di scuderia, anche se l'australiano partirà dalla quindicesima posizione per aver cambiato la power-unit sulla sua RB13. Così tale da far crollare anche il morale di chi ha provato a contendergli il titolo fino alla fine. Ma non mi preoccupo: "il passo è buono, specie in confronto a Valtteri, e domani ce la giochiamo". E lo ha fatto sapere anche con un pizzico d'orgoglio. Un probabile errore di guida alla base dell'incidente, con la Mercedes ampiamente danneggiata nella parte sinistra ed il campione del mondo che è dovuto rientrare mestamente ai box. Assente oggi Sergio Perez che ha chiuso in un'anonima dodicesima posizione, viste le prestazioni che può raggiungere la sua VJM10.

Tre sessioni di qualifiche che sono state quindi fortemente caratterizzate dall'incertezza del tempo e dalla mancanza del protagonista di questa stagione.

Terremoto, lieve scossa a Montescudo
L'Ingv ha infatti rilevato un evento sismico a Poggio Picenze, comune di mille abitanti in provincia di L'Aquila, in Abruzzo. Una scossa di terremoto di magnitudo ML 2.2 è avvenuto 1 km a nord ovest di Montescudo alle 20.33.


Domani partirà dal fondo, e sarà curioso vedere se gli uomini di Toto Wolff decideranno di montare al tetra-iridato una nuova p.u.

A differenza del solito, il pilota della Ferrari non è riuscito a migliorarsi nell'ultimo tentativo della sua qualifica: "Volevo essere davanti e c'ero quasi, non ho gestito benissimo i freni alla curva 1 nell'ultimo tentativo e ho perso un po' troppo - ha ammesso il tedesco nelle prime dichiarazioni a caldo - Il giro non era male, sapevo che potevo migliorare nel 3° settore, ce l'ho fatta ma non è stato abbastanza". Vettel e Raikkonen inseguono da distanza ravvicinata, prima che il tedesco compia il sorpasso fermando il cronometro in 1:08.494. Sesto tempo per Kimi Raikkonen (1 " 10'117), con 45 giri all'attivo, entrambi su pneumatici supersoft.

La sfida vera però sarà domani, quando alle 17 scatteranno le monoposto e vedremo chi sarà in grado di dare spettacolo e chi porterà a casa una vittoria emozionante.

Latest News