Pirlo demolisce Ventura: "Lasciamo stare l'arbitro e San Siro non fa gol"

Pirlo 'Il ritiro? Ci pensavo da tempo. Ecco cosa farò. Su Juve e Milan...'

Pirlo 'Il ritiro? Ci pensavo da tempo. Ecco cosa farò. Su Juve e Milan...'

L'Italia? In queste partite si vedono i giocatori veri.

L'ex centrocampista, intervenuto a Sky Sport per commentare la brutta sconfitta dell'Italia in Svezia nell'andata dei playoff per la qualificazione ai Mondiali di Russia del 2018, ha infatti esternato tutta la sua delusione per la prestazione offerta dagli Azzurri di Ventura.

Italia, esami in corso per Bonucci. Poco ottimismo per Zaza
Da valutare ancora le condizioni di Zaza e Spinazzola , non a disposizione di Ventura per la sfida di ieri alla "Friends Arena". Un contatto deciso che però non ha impedito al difensore del Milan di giocare per tutti e 90 i minuti.


Lunedì, a Milano, ci sarà bisogno di un atteggiamento ben diverso: "Saranno tre giorni molto lunghi, considerando anche le pressioni che li accompagneranno". Verratti? Non ha fatto una buona partita, un paio di belle aperture, una per Candreva una per Immobile nel primo tempo. San Siro si farà sentire, ma non ho visto nessuno fare gol dagli spalti, gli giocatori in campo devono fare di più. Poi, con l'andare della partita si è un po' perso, anche per via dell'ammonizione presa. È successo tutto in pochi mesi perchè fino all'estate il movimento Azzurro viveva sull'onda della consueta superbia che, nonostante i risultati economici quanto sportivi da anni dicano il contrario, porta sempre a pensare al calcio italiano come al più bello, al più difficile e chi più ne ha più ne metta. "La Svezia si abbasserà come ha fatto dopo il vantaggio, dovremo essere pazienti e aspettare di trovare il varco giusto". Ci vorrà pazienza, velocità di pensiero.

Per ripartire, sarà fondamentale il ruolo dei leader dello spogliatoio: "I vecchi dovranno fare da guida ai più giovani, ma certe cose devi sentirle dentro, non bastano le parole di un veterano per acquisire personalità". Giocherei più offensivo, con un 4-3-3, con Insigne largo e libero negli ultimi 30 metri. Si è giocato centralmente, abbiamo perso tante palle.

Latest News