Totti: "Rimpiango di non aver vinto di più con la Roma"

Anche oggi che è impegnato nella sua carriera da dirigente, Francesco Totti non smette di guardare al campo con un velo di tristezza.

Sul "cucchiaio" contro il Manchester City: "Il gol all'Etihad è stata una giornata particolare, sapevamo di dover affrontare una delle squadre più forti d'Europa". Poi ci siamo messi a giocare con tranquillità e siamo riusciti a ribaltare il punteggio, pareggiando con una grande azione partita da centrocampo, Radja mi ha fatto un lancio millimetrico e in velocità sono riuscito a scavalcare il portiere.

Chelsea, lo schiaffo di Hazard: "Sogno di essere allenato da Zidane"
Hazard ha affermato pure che gli piacerebbe ritrovare Josè Mourinho , con lui al Chelsea e attualmente al Manchester United. "Era il mio idolo, non so cosa succederà nel mio futuro ma di sicuro giocare per Zidane sarebbe un sogno".


"Segnare in Champions League è sempre un'emozione diversa rispetto alle altre partite - ha continuato l'ex numero dieci - É una competizione nella quale cerchi di arrivare il più lontano possibile".

"L'amore per la Roma penso di averlo dimostrato rimanendo per sempre in questa squadra, in questa città, indossando un'unica maglia. Era il mio sogno e l'ho realizzato". Poi, avendo fatto anche gol, è stata una gratificazione in più. "Quello che ho vinto è comunque importante e ne sono fiero" ha concluso Totti, senza sminuire il peso dei trofei conquistati. "Il record? La parola "vecchio" sinceramente non mi piace tanto, però mi lusinga - confessa -, ma spero che presto arrivi un altro "vecchio" così non si parla più di Totti".

Latest News