Pd: Renzi, la campagna elettorale è alle porte. Ora sforzo unitario

Pd: Renzi, la campagna elettorale è alle porte. Ora sforzo unitario

Pd: Renzi, la campagna elettorale è alle porte. Ora sforzo unitario

Cosi' Matteo Renzi aprendo la direzione del Pd. Il segretario del PD ha chiesto a Piero Fassino di essere accanto a lui durante la campagna elettorale, con un ruolo che non ha voluto precisare: "Mi hanno accusato di perseguire la filosofia del'uomo solo al comando".

Renzi ha poi difeso con forza quanto fatto prima dal suo governo e poi da quello di Paolo Gentiloni: "Noi dobbiamo rivendicare con forza e con orgoglio ciò che abbiamo fatto". "Chi si esercita in abiure non si ricorda come stava il Paese tre anni fa". Chiedere abiure è "assurdo, illogico inspiegabile". L'arma più appuntita è quella delle alternative: "La sfida del futuro è una pagina bianca". O la scriviamo noi o la destra.

Pisapia: "Tutto per unire". Bersani: "Trattativa Pd? Cado da nubi"
Se c'è un momento in cui la sinistra avrebbe il dovere di comporre le diversità è in questo momento. E non basta neanche fare le alleanze contro, per non far vincere qualcun altro".


Il segretario ha inoltre affermato di voler dialogare anche con i centristi di Alfano: "Non devono essere risucchiati da Berlusconi", confermando l'impegno a far approvare lo Ius soli a prescindere da un accordo con Mdp, ma "senza creare difficoltà alla chiusura ordinata della legislatura". "Con la coalizione che faremo - ha aggiunto -, anche se non fosse la più ampia come io auspico, noi siamo già oggi avanti agli altri". "Per riunire la sinistra serve molta volontà, ma è l'unica strada che abbiamo. Poi vogliamo il dialogo a sinistra in primis con Cp, a cui lanciamo parole di dialogo e disponibilità, e vogliamo un confronto con Mdp, SI e Possibile". "Chi vorrà rompere - ha detto ancora invitando i potenziali alleati a decidere "in tempi brevi" - lo dovrà fare in modo trasparente e chiaro, perché da noi non troverà alcuna sponda".

Latest News