Il 'whistleblowing' è legge, stop a ritorsioni per chi denuncia il malaffare

Whistleblower è legge. Chi denuncia illeciti aziendali non potrà essere licenziato o discriminato

Il 'whistleblowing' è legge, stop a ritorsioni per chi denuncia il malaffare

In inglese viene utilizzata la parola 'whistleblower', che deriva dalla frase 'to blow the whistle', letteralmente significa 'soffiare il fischietto' ed è riferita all'azione dell'arbitro nel segnalare un fallo o a quella di un poliziotto che tenta di fermare un'azione illegale.

L'Anac, nel caso in cui l'interessato, o per lui i sindacati, comunichi eventuali atti discriminatori, applicherà all'ente (se sarà definito responsabile al termine di una istruttoria specifica) una sanzione pecuniaria amministrativa fino a 30 mila euro.

- con riferimento ai procedimenti disciplinari, si modifica la tutela della riservatezza circa l'identità dell'autore della segnalazione o denuncia, limitando la vigente deroga (al principio di riservatezza) relativa al caso in cui la conoscenza dell'identità sia indispensabile per la difesa dell'incolpato. Sono felici le associazioni Trasparency e Riparte il Futuro che hanno condotto una lunga battaglia per arrivare a questo punto. Discorso differente per i processi penali, nei quali l'identità del denunciante verrà svelata alla chiusura delle indagini preliminari, come d'altronde stabilito dal Codice.

Il capoverso 2-quater sancisce che i licenziamenti o altre misure ritorsive o discriminatorie, adottati nei confronti del segnalante, compreso il mutamento di mansioni, sono nulli e pone a carico del datore di lavoro, per le controversie inerenti a misure organizzative aventi effetti negativi, diretti o indiretti, sulle condizioni di lavoro e successive alla presentazione della segnalazione, l'onere della prova che le medesime misure siano fondate su ragioni estranee alla segnalazione stessa.

Immagine correlata
Il 'whistleblowing' è legge, stop a ritorsioni per chi denuncia il malaffare

Esultano il Pd e i presidenti di Senato e Camera, Pietro Grasso e Laura Boldrini, protesta in maniera vibrante Forza Italia che ha votato contro. Tali canali debbono garantire la riservatezza dell'identità del segnalante nelle attività di gestione della segnalazione, e la modalità informatica è uno strumento necessario, e non eventuale, del canale a tutela della riservatezza dell'identità del segnalante. 329 c.p.p. La segnalazione, pertanto, non può pervenire in forma anonima. Ad esempio in Gran Bretagna, dove questo istituto è nato, esistono i testi occulti la cui identità non viene rivelata agli imputati e ai difensori. Non saranno inoltre tollerate le calunnie, diffamazioni o altri reati legati alla denuncia per il quale il segnalatore rischia una condanna penale. Il pericolo indubbiamente esiste, di qui la necessità di trovare un equilibrio.

La legge è nata in seguito alla grave ingiustizia a suo tempo determinata dal caso di un dipendente di un'azienda lombarda che aveva denunciato il presidente che aveva usato in modo disinvolto le carte di credito aziendali. Alla Camera è stata approvata da tutti i partiti tranne che da Forza Italia che l'ha giudicata "una barbarie giuridica perché incoraggia un clima di reciproco sospetto nei luoghi di lavoro". Non solo, la tutela si estende anche ai dipendenti delle aziende private.

Le debolezze non mancano, soprattutto nel settore privato. I modelli dovranno adottare sanzioni nei confronti di chi viola la tutela del segnalante e di chi (con dolo o colpa grave) effettua segnalazioni infondate. E' nullo, pertanto, il licenziamento ritorsivo o discriminatorio del soggetto segnalante, con estensione di tale previsione anche al settore privato.

Amazon annuncia il servizio Ricarica in Cassa: Acquisti senza carte di credito
Questo servizio permette di fare acquisti sulla piattaforma utilizzando non solo la carta di credito ma anche i contanti . Il servizio è completamente gratuito , non prevede quindi costi aggiuntivi di commissione.


Latest News