La procura deposita l'istanza di fallimento del Palermo Calcio

Palermo, la 'Procura' presenta “istanza di fallimento”: buco nel bilancio da 70 milioni di euro

La procura deposita l'istanza di fallimento del Palermo Calcio

Presentata da parte della Procura l'istanza di fallimento della società del Palermo calcio. L'istanza di fallimento, conterrebbe anche la documentazione depositata dal nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza, nonché le informative relative alla consulenza dell'esperto di bilanci Alessandro Colasi.

L'atto è siglato dal procuratore capo Francesco Lo Voi e dai sostituti Andrea Fusco e Francesca Dessì. La motivazione? Un enorme buco di bilancio, quantificabile in 70 milioni di euro, 40 dei quali riguarderebbero le operazioni ritenute fittizie di compravendita del marchio.

Oltre al patron Maurizio Zamparini ed al figlio Diego Paolo, rientrano nell'indagine i commercialisti Anastasio Morosi di Gallarate, Domenico Scarfò di Celle di Bulgheria, Rossano Ruggeri di Cremona, la segretaria di Zamparini, Alessandra Bonometti, il presidente e il consigliere delegato di Alyssa, Luc Braun e Jean Marie Poos, di nazionalità belga il primo e lussemburghese il secondo. Il fallimento, se confermato, potrebbe costare caro alla società rosanero.

Crotone, parla Martella: "Il Genoa? Non merita questa classifica"
Io porto le mie idee che però devono essere supportate dalle qualità dei giocatori". "Ha qualità importanti, per me è un giocatore che può essere un punto di riferimento, deve dimostralo".


L'indagine sui conti della società e sulla gestione operata negli ultimi anni dal presidente Zamparini era cominciata lo scorso aprile.

Raggiunto telefonicamente da PalermoToday Zamparini ha raccontato un'altra verità, sottolineando quanto la società rosanero sia solida e pronta a rispondere alle accuse della Procura.

Latest News