Juventus, Allegri: Siamo ad un punto da un Napoli straordinario. Nazionale? No

Clamoroso Allegri pronto a lasciare l’Assoallenatori

Clamoroso Allegri, è lui a guidare la rivoluzione contro Tavecchio: dura decisione in arrivo?

L'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato durante la conferenza stampa alla viglia della sfida con la Sampdoria.

"Per quanto riguarda la Nazionale assolutamente no. E' una mia ambizione, ma non in questo momento". "Alla Juve sto bene, ho un contratto, dobbiamo fare ancora tante cose insieme - ha detto il tecnico bianconero - ci sono molti obiettivi da raggiungere, c'è da costruire la squadra per il futuro". Ne riparleremo tra qualche anno se me ne daranno la possibilità. Ci vorrà il tempo necessario ma entrambi stanno bene.

"Domani non giocano Buffon e Barzagli, ma stanno bene". Pjanic e Cuadrado stanno bene, ma non so se scenderanno in campo. "Ognuno di noi è nato per fare e non per chiacchierare". L'italiano è pieno d'orgoglio e ci sappiamo rialzare e ripartire. "Ne ho parecchi - rileva -: sugli esterni, su uno dei due centrali, sia di difesa, sia di centrocampo".

Roma,cade ultraleggero:morto il pilota
Un testimone che ha assistito alla scena ha confermato che il velivolo è precipitato dopo aver urtato i cavi dell'alta tensione. L'errore umano allo stato sembra quello meno probabile considerate l'esperienza del pilota molto conosciuto in zona.


La formazione in alto mare: "Devo scegliere tra Bernardeschi e Dybala". Il gesto di Allegri, nel caso in cui fosse portato a compimento, potrebbe non restare isolato visto che all'interno del sindacato dei tecnici sono numerose le voci di dissenso. "In questo momento bisogna fare delle buone prestazioni e portare a casa dei punti che sono molto importanti, perchè è un momento delicato della stagione".

Nonostante le critiche subite, Allegri ha tessuto le lodi dei suoi ragazzi: "Quest'anno abbiamo preso 11 gol in 7 partite, per la Juventus è tanto". Da domani fino al 6 gennaioabbiamo un mese e mezzo decisivo con scontri diretti: Napoli, Inter e Roma. "Non è facile perché la Samp non ha mai perso in casa, è una squadra migliore, e giocare a Marassi non è mai semplice".

Latest News