Vladimir Putin si è incontrato con Bashar al-Assad a Sochi

Russian President Putin looks on during a signing ceremony during a signing ceremony after a meeting with President of Georgia's breakaway South Ossetia region Bibilov at the Novo Ogaryovo state residence outside Moscow

Siria, Assad a Putin: pronti a dialogo su processo politico

Qualcosa di grosso si sta muovendo sullo scenario mediorientale.

Nel corso dell'incontro a sorpresa di lunedì 20 novembre il leader del Cremlino ha annunciato che la "lotta al terrorismo in Siria è prossima alla fine", ha auspicato che il processo politico in Siria sia "sotto l'egida dell'Onu" e si è augurato che le Nazioni Unite abbiano "parte attiva".

"Abbiamo ancora una lunga strada da percorrere prima di arrivare a una vittoria completa sui terroristi, ma per quanto riguarda il nostro lavoro comune nella lotta al terrorismo in Siria, l'operazione militare è prossima alla conclusione", ha sottolineato Putin parlando con Assad.

Vertice a sorpresa tra il presidente russo, Putin e quello siriano, Assad.

TARI: come si calcola per le abitazioni con pertinenze
Ovvero la moltiplicazione della quota variabile della tassa sui rifiuti per il numero delle pertinenze , associate all'immobile . Per importi sotto i tremila euro non serve l'avvocato e si paga un contributo unificato di trenta euro.


al-Assad ha dichiarato che quel che conta oggi è la fine dello spargimento di sangue e che è disposto a lavorare con qualsiasi paese disposto a contribuire ad una soluzione politica, purché questa si basi sulla conservazione della sovranità nazionale siriana. Un intervento senza dubbio determinante.

Putin e Assad hanno comunque discusso i principali passi del processo di soluzione della crisi dal punto di vista politico in Siria e i preparativi per un congresso del popolo siriano. "La questione più importante - ha concluso - è quella di una soluzione politica pacifica del conflitto, dopo la sconfitta dei terroristi; la questione cioè di una soluzione a lungo termine della situazione in Siria".

A Sochi è intanto tutto pronto per il previsto il trilaterale di domani tra i presidenti di Russia, Turchia e Iran, la triade che prova a risolvere la crisi siriana attraverso i colloqui di Astana ed altri incontri a vari livelli svolti nelle ultime settimane. E Mosca ha già confermato che, seppure in numero ridotto, le truppe e gli aerei russi continueranno ad essere presenti nel Paese "alleato".

Latest News