Torino, l'addestratore non fu sbranato dal bull terrier. Morì per un malore

L'amico gli affida il suo bull terrier il cane lo sbrana 26enne muore nel Torinese   
                       
                
         Oggi alle

L'amico gli affida il suo bull terrier il cane lo sbrana 26enne muore nel Torinese Oggi alle

La vittima è Davide Lobue, trovato ormai senza vita da un vicino del proprietario del cane, che aveva sentito abbaiare furiosamente.

Milan, Montella: "Mirabelli contrariato? Chi non lo è"
Sulle critiche e il rapporto col club: "Critiche?" Fa parte del mio lavoro essere sotto osservazione e accettare le critiche . Austria Vienna e Torino? Dobbiamo pensare una partita alla volta. "Le partite sono ravvicinate e decisive.


Davide Lobue, l'addestratore cinofilo ritrovato morto sabato scorso nel complesso residenziale "Le Betulle" a Monteu da Po non è stato ucciso dal Bull Terrier dell'amico. Sid secondo la ricostruzione degli inquirenti avrebbe tentato di "salvare" il ragazzo e proprio in questo tentativo gli avrebbe strappato gli abiti e inferto le ferite che in un primo momento erano sembrate la causa della morte del ragazzo. Sia il Bull Terrier sia l'area dove è avvenuta la tragedia sono stati posti sotto sequestro. Il cane ha quindi colpito l'addestratore, mordendolo alla testa, al collo, alle braccia e a una coscia, ma solo dopo che l'uomo era crollato a terra esanime per un malore. "E' indubbio che esistano razze di cani potenzialmente pericolose per l'uomo e, indipendentemente dall'educazione che si dà al proprio animale, è universalmente riconosciuto che alcune specie, come il bull terrier, i pitbull o i rottweiler, per le loro caratteristiche proprie, potenza, robustezza e dentatura, possono provocare ferite letali in caso di morsicatura - aggiunge il Codacons - L'animale protagonista della tragedia di ieri nel torinese sarebbe proprio un bull terrier, razza che rientrava nella lista di cani pericolosi inizialmente istituita dal ministero della Salute". A 16 anni diventa volontario al canile, "spinto dalla voglia di capire meglio i loro comportamenti, di capire cosa comunicano e come io potevo comunicare con loro".

Latest News