Va calcolata una sola volta

Tari, il Ministero a chiarito: i contribuenti devono essere rimborsati. Rotundo: “Il Comune faciliti le operazioni di rimborso”

Tari: guida passo passo per farvi rimborsare

"Con riferimento alle pertinenze dell'abitazione appare corretto computare la quota variabile una sola volta in relazione alla superficie totale dell'utenza domestica", recita il documento inviato ai sindaci.

"Pertanto - precisano i consiglieri pentastellati - essendo la parte variabile riferita al quantitativo di rifiuti prodotto dal numero degli occupanti di un'utenza domestica, essa deve essere applicata una sola volta e solamente all'abitazione principale, e non anche alle 'seconde case non locate e nello stesso comune dell'abitazione principale', nella cui bolletta, alla voce 'numero occupanti', dovrà essere riportato 'zero'".

Rimborsi. Qualora il contribuente riscontri un errato computo della parte variabile della tassa sui rifiuti effettato dal Comune o dal soggetto gestore del servizio può chiedere il rimborso del relativo importo in ordine alle annualità a partire dal 2014, anno in cui la Tari è entrata in vigore. "Un diverso modus operandi da parte dei comuni - è scritto nella circolare - non troverebbe alcun supporto normativo, dal momento che condurrebbe a sommare tante volte la quota variabile quante sono le pertinenze, moltiplicando immotivatamente il numero degli occupanti dell'utenza domestica e facendo lievitare conseguentemente l'importo della TARI".

Europa League, Milan occhio a Friesenbichler: bomber dell'Austria Vienna
La gara sarà visibile agli abbonati Sky sui canali Sky Sport 1 (canale 201) e Sky Calcio 1 (canale 251). In attacco dobbiamo fare di più, ma anche chi sta alle spalle deve essere più bravo nei rifornimenti.


"Come tutti sanno la TARI (Tassa sui Rifiuti) è un tributo destinato a finanziare la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti ed è dovuta da chiunque possieda, detenga ed utilizzi, a qualsiasi titolo, un immobile".

Ma l'Assessore al bilancio Tasca ci fa capire l'idea di fisco rapace della sinistra: per rimborsare chi ne ha diritto il Comune applicherà un aggravio del 17% a tutti i milanesi sprovvisti di garage. "Qualcuno ha anche presentato richiesta di rimborso". 1, comma 164, della legge 296/2006, entro il termine di cinque anni dal giorno del versamento. "Le tariffe applicate nel Comune di - ha aggiunto - sono regolarmente pubblicate sul sito istituzionale e possono essere riscontrate con le bollette già in possesso dei contribuenti, oltre che con quelle in corso di recapito per il saldo 2017".

Latest News