Tragedia Hotel Rigopiano news: 23 indagati,c'è anche l'ex prefetto di Pescara

Valanga Rigopiano altri 23 indagati anche ex prefetto Pescara

Tragedia Hotel Rigopiano news: 23 indagati,c'è anche l'ex prefetto di Pescara

Tra coloro che hanno ricevuto oggi l'avviso di garanzia x'è anche l'ex prefetto di Pescara Francesco Provolo, oltre al presidente della provincia di Pescara Antonio Di Marco, al sindaco di Farindola Ilario Lacchetta e a numerosi dirigenti pubblici.

Pescara - Tra gli indagati dalla Procura di Pescara per la tragedia del Rigopiano c'è anche l'ex prefetto di Rovigo, Francesco Provolo, a capo della prefettura di Pescara quando il 18 gennaio scorso una valanga si stacco dal monte Siella e travolse l'Hotel provocando 29 morti. Il 2 novembre il Consiglio dei Ministri aveva deliberato lo spostamento di Provolo da prefetto di Pescara a direttore dell'ufficio centrale ispettivo presso il Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile a Roma.

Tra i reati ipotizzati dalla Procura guidata dal capo Massimiliano Serpi e dal sostituto Andrea Papalia ci sono quelli di omicidio e lesioni plurime.

Recensione Honda Accord 2016
Per garantire la sicurezza del conducente e dell'auto, la telecamera posteriore è integrata con dei sensori di parcheggio. A seconda dell'intensità della pioggia battente sul parabrezza, i tergicristalli si regoleranno automaticamente.


Secondo i carabinieri forestali di Pescara, che hanno gestito le indagini, la Prefettura si attivò in maniera colpevolmente tardiva nell'aprire il Centro coordinamento soccorsi e l'Unità di crisi. Soltanto alle ore 18,28, quindi circa un'ora dopo che l'hotel a Rigopiano era stato sommerso dalla valanga, è stato chiesto l'intervento del personale e delle attrezzature dell'esercito per lo sgombero delle strade. Per gli altri indagati sono ipotizzati anche i reati di falso e abuso edilizio.

La Procura ha disposto l'interrogatorio di Provolo per il prossimo 12 dicembre a Pescara.

Nell'informazione di garanzia è riportato anche il terrificante elenco delle cause che hanno portato alla morte le 29 vittime: Asfissia, ostruzione vie respiratorie e compressioni del torace, violenti traumi contusivi e da schiacciamento a seguito del crollo della struttura, crash syndrome con compartecipazione di un progressivo quadro asfittico, emorragie subracnoidea traumatica, asfissie da valanga e in presenza di basse temperature.

Latest News