Torino, Cairo: "Mai vinto col Milan, Belotti deve svoltare subito"

Torino, Cairo:

Torino, Cairo: "Mai vinto col Milan, Belotti deve svoltare subito"

Intervenendo a margine della presentazione del Corriere Torino, il nuovo dorso torinese del Corriere della Sera, Urbano Cairo, presidente del Torino, si è proiettato al prossimo impegno che attende la squadra di Mihajlovic in campionato, la sfida col Milan: "È una partita ovviamente molto impegnativa, è una squadra temibile anche se non ha fatto quello che avrebbe voluto avendo fatto grandi investimenti; comunque è da affrontare con grandissimo rispetto. Penso, ad esempio, ad un attaccante che possa sostituire Belotti". "Senza il Mondiale sono concentrato, come tutti i miei compagni, sull'obiettivo che vogliamo raggiungere con il Torino: la qualificazione alla prossima Europa League".

A Ostia si torna a sparare: agguato nella notte, due gambizzati
Poi, con non poca amarezza, la troupe raccontava di come durante il pestaggio " nessuno è intervenuto per aiutarci . Alcune erano alle finestre dei palazzi che affacciavano su via Forni e che stavano osservando ciò che accadeva.


Belotti era uno degli azzurri in lacrime sul terreno di San Siro dopo la partita con la Svezia che ha escluso l'Italia dai Mondiali in Russia: "Tutti eravamo tristissimi, gli italiani lo erano". Io non faccio nomi, non spetta a me. "Io ho scaricato l'amarezza subito, ho visto gli altri piangere negli spogliatoi, altri ancora lo avranno fatto una volta tornati a casa". Lavoriamo per conquistare un posto subito in Europa League, poi con il tempo magari arriverà qualcosa di più. Il gol? Sono stato fermo un mese per infortunio. "Il gol tornerà, non è un'ossessione". Mi fa piacere che Leonardo abbia lasciato libero suo figlio di tifare per chi gli pare, ha dimostrato di essere un uomo intelligente, credo che il suo sia un grande insegnamento. Per il mio ultimo compleanno, però, mi hanno regalato un suo videomessaggio d'auguri: è stata una sorpresa meravigliosa. "Sarebbe un altro bel regalo". Sappiamo che il Milan ha acquistato anche quest'anno giocatori importanti. "E quando ci sono tanti nuovi arrivi l'allenatore ha bisogno di tempo per fare il gioco della squadra".

Latest News