Hiv, oltre 3 mila nuovi casi: "Se ne parla troppo poco"

Aids, nel 2016 ancora in calo con 3.451 nuove diagnosi. Al via una campagna della Salute

Aids, diminuiscono le nuove infezioni ma non tra i giovani under 25. Iss: “App e siti di incontri favoriscono rapporti a

Insomma, i numeri sono ancora allarmanti, soprattutto perchè, ha spiegato Lorenzin, "si è abbassata la percezione del pericolo proprio tra i più giovani. Fondamentale è quindi promuovere comportamenti di autoprotezione per sé e per il partner". E' questo il messaggio lanciato oggi dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, illustrando gli ultimi dati sull'Hiv-Aids in Italia, in vista della Giornata mondiale per la lotta all'Aids del 1 dicembre. L'età media in cui si scopre la malattia è di 39 anni per i maschi e di 36 anni per le femmine anche se l'incidenza più alta è stata osservata tra le persone di 25-29 anni (14,7 nuovi casi ogni 100.000 residenti di età 25-29 anni). Successivamente, per il target dei giovanissimi, partirà a titolo sperimentale anche una campagna su Youtube, per la quale sono stati arruolatì alcuni tra i maggiori youtuber italiani, come Willwosh e i Theshow, tutti ragazzi che hanno in media più di un milione di iscritti sui rispettivi canali. Sempre nello scorso anno, sono stati inoltre segnalati 778 casi di Aids conclamato e oltre il 50% dei casi di Aids segnalati era costituito da persone che non sapevano di essere Hiv positive. Proprio per rilanciare l'invito a non abbassare la guardia, dunque, parte la nuova campagna del ministero "Con l'Hiv non si scherza, proteggi te stesso e gli altrì". Su 131 intervistati poi, il 57,5% ha dichiarato di utilizzare Internet per gli incontri sessuali; il 24,4% ha dichiarato di aver avuto una infezione a trasmissione sessuale, mentre il 68,5% ritiene di essere "per niente o poco a rischio per infezioni sessualmente trasmesse". Il dato, rilevano gli esperti, evidenzia dunque un calo proprio della percezione del rischio legato alle infezioni sessualmente trasmesse come l'Aids.

Negli anni aumenta l'età mediana della diagnosi e cambiano le modalità di trasmissione: diminuisce chi si è contagiato per via iniettiva ma aumentano i casi di trasmissione sessuale, in particolare fra maschi gay.

Mancini dimentica di citare l'Inter: "Lotteranno queste fino alla fine"
Roberto Mancini crede nell'Inter , pur sottolineando le forze del Napoli . "Credo che le quattro che sono lì davanti se la giocheranno fino alla fine".


Calano lievemente nel 2016 le nuove diagnosi di Hiv in Italia, stabilizzandosi a 3.451 casi, per la prima volta sotto la soglia dei 3.500. "Negli ultimi anni - prosegue - si osserva pertanto un rilevante aumento della quota degli stranieri con una nuova diagnosi di Hiv, soprattutto tra quelli provenienti da paesi dove l'infezione ha più larga diffusione".

Latest News