Il bonus bebè è più "leggero" ma diventa strutturale

20171128_151525_A7FC367E

Bonus bebè 2018, prorogato per altri 3 anni in Legge di Bilancio 2018!

Questo almeno secondo l'ultima versione dell'emendamento alla manovra di bilancio su cui manca ancora il via libero definitivo. L'altro è il supertick sulla sanità, che non verrà abolito come chiesto da Mdp e Pisapia, ma solo rimodulato. Gli emendamenti dei relatori riguardano i Comuni e prevedono innanzitutto un'ulteriore gradualità nella misura dell'accantonamento al bilancio di previsione del fondo crediti dubbia esigibilità (Fcde), attualmente pari all'85% nel 2018 e al 100% a partire dal 2019.

La corta coperta dei fondi a disposizione del bilancio ha portato i parlamenteri a scegliere la seconda opzione: nella manovra 2018 sarà infatti data legittimità al cosiddetto "bonus bebè" che diventa una misura di sostengo strutturale.

Genoa, Ballardini: "Abbiamo fatto un'impresa, ordinati e cinici. Felice per Lapadula"
Venerdì la squadra di Di Francesco aprirà la quindicesima giornata in casa contro la SPAL, prima di Napoli-Juventus. Milan che convince a San Siro, ma impatta sul palo e su uno 0-0 che conferma i problemi offensivi dei rossoneri.


Per il 2018 verranno dati 960 euro l'anno (80 euro al mese per 12 mesi) alle famiglie con Isee non superiore a 25.000 euro annui ed è raddoppiato qualora il nucleo di appartenenza del genitore richiedente l'assegno abbia un Isee non superiore ai 7.000 euro. Dopo la decisione di prorogare il provvedimento su richiesta di Alternativa Popolare, ora si va verso un dimezzamento dell'assegno corrisposto alle famiglie che hanno avuto o adottato da poco un figlio e verso la decisione di rendere permanente - seppure con meno risorse - questo bonus.

Il parametro per accedere al bonus bebè è sempre lo stesso, l'Isee che non deve superare i 25mila euro. Con queste modifiche si avrà un costo di 165 milioni di euro per il primo anno, 195 per il 2019 e 228,5 milioni a partire dal 2020. La proposta di modifica prevede che l'Inps provveda, senza nuovi oneri per la finanza pubblica, al monitoraggio dei maggiori costi derivanti dalla misura.

Latest News