La sua casa va all'asta, disabile si taglia le vene in tribunale

La sua casa all'asta giudiziaria, donna disabile si taglia le vene in Tribunale a Siena

La sua casa finisce all'asta: una disabile si taglia le vene in tribunale

Per cui non potendo piu' far fronte ai suo impegni la conclusione finale e' stata la vendita all'asta questa mattina della casa di sua proprieta' situata nel centro storico di Siena.

Una donna ha tentato il suicidio mentre al Tribunale civile di Siena veniva annunciata la prima offerta di acquisto per la sua casa, finita all'asta per l'insolvenza di un mutuo. Protagonista del tentato suicidio è una donna disabile dal 2010, quando fu vittima di un incidente sul lavoro. Da quel momento in poi, la capacità lavorativa di Sandra Pelosi si è ridotta di molto e, di conseguenza, sono calati i guadagni.

Il mutuo non era legato alla casa, ma alle attività dell'imprenditrice. Presenti all'esterno del tribunale anche un nutrito gruppo di persone che hanno formato un comitato in difesa della donna. Proprio la disabilità sopravvenuta avrebbe compromesso le sue possibilità di pagare un mutuo da 500mila euro contratto con una banca.

House of Cards ritorna senza Kevin Spacey, nel 2018 il ciak
Il 3 novembre scorso l'annuncio della rottura con l'attore premio Oscar. Rimane, quindi, ancora tutto in fase di lavorazione.


Gli addetti del tribunale sono subito intervenuti ed hanno chiamato il personale sanitario. E' stata subito trasportata al pronto soccorso dell'ospedale di Siena per le cure del caso. Da quanto si apprende, la donna non sarebbe in pericolo di vita. "Non ci ho visto più, mi sono sentita defraudata di tutto quello che avevo", spiega Pelosi dopo essersi procurata delle ferite agli avambracci cercando di tagliarsi le vene. "Non è giusto mi hanno ridotto in condizioni disperate".

"Presenteremo denuncia in Procura per accertare se ci siano state anomalie nella concessione del mutuo alla nostra assistita".

Latest News