Sesto, bimbo di 20 mesi ingerisce hashish: è grave

Mari-Kà il primo negozio ad Ancona di specializzato nella vendita di prodotti a base di canapa

Mari-Kà il primo negozio ad Ancona di specializzato nella vendita di prodotti a base di canapa

Il piccolo è stato male nella giornata di sabato, mentre si trovava nella sua abitazione a Sesto San Giovanni, ma solo ieri i medici hanno avvisato la Polizia dopo i risultati delle analisi del sangue. La donna, una ragazza romena, ha alcuni precedenti per furto; l'uomo, egiziano, è un consumatore di hashish. "Tra le 2 e le 4 di sabato pomeriggio siamo stati al parco giochi vicino casa - si sarebbero discolpati i genitori - potrebbe aver trovato un pezzetto di hashish abbandonato a terra e averlo messo in bocca in un momento in cui l'abbiamo perso di vista.". L'ipotesi è che possa avere ingerito droga a casa o al parco dove era stato con i genitori prima di sentirsi male. Una spiegazione poco plausibile se si tiene conto che il padre è risultato positivo al test antidroga.

La polizia sta indagando sul caso.

Il piccolo intanto è seguito dai medici dell'ospedale dei bambini Vittore Buzzi di Milano.

Allegri in conferenza: "Buffon e Pjanic in dubbio. Olympiacos? Conta solo vincere"
Non viviamo di entusiasmo o depressione, vogliamo vincere i campionati e giocarci la Champions che è un terno al lotto. Barzagli: "Domani sarà una partita fondamentale per noi, bisogna essere folli a sottovalutare certe partite".


Si tratta di un giovane di 31 anni di origini marocchine, incensurato, residente a Torino.

Sono ore di attesa e di speranza per le sorti di un bambino di poco più di otto mesi. Dopo i dovuti accertamenti i medici del reparto pediatrico hanno deciso di segnalare l'accaduto alla polista che ha deciso di aprire un fascicolo per le indagini.

Latest News