Todt: "Schumacher lotta ancora, è stato un campione di umiltà"

Inaugurata la Hall of Fame della F1: ci sono anche Schumacher, Alonso e Vettel

FIA Hall of Fame, l'Alfa Romeo in Formula 1 tra passato e futuro

Nella serata di ieri, lunedì 4 dicembre, la Federazione Internazionale dell'Automobile ha organizzato un evento, tenuto nel proprio quartier generale di Parigi, dove ha presentato la propria Hall of Fame in cui hanno trovato spazio tutti i piloti laureatisi campioni del mondo nella storia ultra sessantenaria della Formula Uno.

Tra questi erano presenti Sir Jackie Stewart, Mario Andretti, Alain Prost, Nigel Mansell, Damon Hill, Jacques Villeneuve, Fernando Alonso, Sebastian Vettel e il campione del mondo 2016 Nico Rosberg.

Parlando dei campionissimi del Circus, il presidente della FIA Jean Todt ha ricordato Michael Schumacher che per oggi motivi non ha potuto prendere parte alla manifestazione.

"Ci manca Michael. È lì, sta ancora combattendo". A rappresentare il campionissimo di Kerpen, vittima di un grave incidente sugli sci nel dicembre del 2013, c'era la sua fidata manager, Sabine Kehm. "Sappiamo tutti che Michael dovrebbe essere qui e sono assolutamente sicura che ne sarebbe onorato".

Ubisoft regala Assassin's Creed Black Flag e World in Conflict!
La storia inizia nel 1715, quando i pirati fondano una propria Repubblica nei Caraibi priva di qualsiasi legge. Assassin's Creed IV Black Flag per PC sarà disponibile GRATUITAMENTE dall'11 al 18 dicembre .


"Michael è una persona molto speciale, lo è per il mondo dei motori, lo è per me, è un vero amico e continua a lottare per riprendersi".

Una galleria che celebra la storia della Formula 1 e rende omaggio agli eroi che hanno reso grande questo sport motoristico attraverso i decenni raccontandone i valori portanti: passione, eccellenza, innovazione, integrità e rispetto per gli avversari.

Todt ha poi raccontato un aneddoto su Schumacher, risalente alla preparazione per la stagione 2001. Era sempre pieno di dubbi: "non sapeva se fosse un buon pilota o meno". "In questo modo celebreremo degnamente tutti i campioni FIA che hanno fatto la storia del Motorsport rendendola ricca e stimolante".

Latest News