Avvelenamenti da tallio, arrestato il nipote delle vittime

Famiglia avvelenata con tallio: arrestato il nipote delle vittime Mattia Del Zotto

E stato arrestato dai carabinieri di Desio il 27enne Mattia Del Zotto l'uomo ritenuto

In mattinata è stato arrestato il giovane Mattia Del Zotto, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Monza. La sostanza non è stata quindi rintracciata nella casa della famiglia Del Zotto, dove abita anche Domenico, 55 anni, l'unico a non aver subito gli effetti del tallio insieme alla moglie Cristina Palma, 56 anni. Nell'organismo lo ione del tallio "sostituisce" il potassio, specie in enzimi che ne hanno bisogno per cervello, pelle e muscoli.

Svolta nel caso dell'avvelenamento da tallio che ha coinvolto una famiglia friulana originaria di Santa Marizza di Varmo. Da lì, il cerchio si è stretto, fino a portare all'arresto.

Juve-Inter, Zanetti: "Polemiche? Noi altro stile"
JUVENTUS-INTER - "Speriamo non ci siano polemiche, che ci sia una grande partita tra due grandi squadre e che vinca il migliore". "Valuteremo se intervenire, così come siamo però, per quello che stiamo dimostrando, stiamo bene".


I primi a sentirsi male, ai primi di ottobre, erano stati Giovanni Battista Del Zotto, Gioia Maria Pittana e Patrizia Del Zotto, coppia di novantenni e figlia, tutti e tre deceduti. Tracce di tallio in quantità superiore alla soglia minima di sicurezza, sono infatti state trovate in una tisana analizzata trovata in casa di Alessio Palma e Maria Lina Pedon, i coniugi ultra ottantenni di Nova Milanese ricoverati per ultimi.

Oltre alla morte di nonni e zia, a lui viene contestato il tentato omicidio di altre 5 persone.

Latest News