Bomba esplode davanti alla caserma dei carabinieri di San Giovanni

Avvelenati con il tallio arrestato il nipote

Bomba esplode davanti alla caserma dei carabinieri di San Giovanni

E' esploso stamattina all'alba, erano erano le 5.30 davanti al portone d'ingresso della caserma di via Britannia, nel quartiere San Giovanni di Roma.

Dal comando provinciale dell'Arma si spiega che non ci sono stati feriti e che sulla vicenda procede il Nucleo Informativo e ed il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma oltre ai carabinieri del Ros.

Arrivato sul posto anche il generale Antonio De Vita comandante provinciale dei carabinieri.

Europa League, i pericoli per il Milan arrivano dalla Champions
Lunedì prossimo inoltre ci saranno i sorteggi , che vedranno quindi la truppa di Sarri protagonista nella seconda competizione europea.


Secondo le prime indagini dei carabinieri, coordinati dal procuratore aggiunto al Terrorismo Francesco Caporale, la bomba rudimentale è stata depositata questa mattina alle cinque e mezza sul marciapiede, proprio accanto alla porta danneggiata.

Fra le ipotesi più concrete c'è quella di un movente estremista. Di recente, nell'aprile scorso, un'altra esplosione si era verificata nel parcheggio dell'ufficio postale di via Marmorata, a Testaccio, e anche in quel caso si è parlato di un gesto legato agli ambienti dell'antagonismo, pur non escludendo altre piste. A Roma strutture dei carabinieri sono già state prese di mira in passato, come nel 2003 quando il maresciallo Stefano Sindona rimase gravemente ferito per lo scoppio di un plico recapitato nel suo ufficio nella stazione dell'Arma vicino piazza Vescovio.

Latest News