Feyenoord-Napoli, Sarri: "Mentalmente siamo deboli. Ora testa al campionato"

Feyenoord-Napoli, Sarri:

Feyenoord-Napoli, Sarri: "Mentalmente siamo deboli. Ora testa al campionato"

La sconfitta contro il Feyenoord ha certificato la retrocessione del Napoli in Europa League: "Ci siamo fatti condizionare pesantemente dalle notizie che arrivavano dall'Ucraina, ma a livello mentale è un grande errore".

ZIELINSKI IN - Per farlo Maurizio Sarri si affiderà al consueto blocco di titolarissimi, ma con qualche novità: in difesa spazio a Maggio e Hysaj sulle fasce, con Koulibaly e Chiriches al centro (in vantaggio su Albiol); a centrocampo si va verso una mediana fisica, con il trio Allan-Diawara-Hamsik favoriti per giocare dal primo minuto, con Zielinski che invece sarà avanzato in attacco come esterno alto a sinistra al posto dell'infortunato Insigne (out dopo 60 partite consecutive da titolare), per completare il tridente con Mertens e Callejon. In questa competizione può succedere di tutto: avevano la qualificazione già in tasca ed erano a tre giorni dal derby di Manchester. Non penserei subito all'Europa League, arriverà tra due mesi e mezzo. "Se il movimento senza palla diventa minore, la velocità nella circolazione perde qualcosa". Il Napoli infatti deve anche sperare che lo Shaktar, secondo nel girone, non batta o non pareggi col City di Guardiola, che ha in settimana mandato qualche messaggio al mister dei partenopei: "Con lui mi sono scambiato qualche messaggio". Vuol dire che dobbiamo crescere ancora. Abbiamo supremazia territoriale ma non chiudiamo le partite. In queste tre partite ci manca la brillantezza offensiva che ci permette di concludere l'azione. Siamo meno pericolosi se non facciamo determinati movimenti. L'amicizia che lega i due tecnici toscani sarà di certo antica e salda. È tutto il gruppo che sta vivendo questo momento, non sono solo io: tutti dobbiamo continuare a lavorare. La gara che ha complicato il gruppo è stata la prima, adesso testa al campionato: ci aspetta una partita importante. Dispiace essere usciti con una sconfitta, ci dovrà servire d'esperienza per il futuro.

Mertens: "Pensiamo a noi: dobbiamo vincere"
Sei il nuovo leader? "Sono molto contento di giocare sempre e non sono stanco, le batterie sono cariche". Quante possibilità avete di passare il turno? Domani vogliamo fare bene, è sempre bello giocare qui.


In casa Napoli c'è tanta delusione dopo l'eliminazione dalla Champions League.

Latest News