Ghizzoni in commissione, Boschi trema

20171204_143838_CE6BF66D

Ghizzoni in commissione, Boschi trema

Resta da decidere stamani se dare diretta Tv, come finora è stato fatto, per Zonin, Consoli e Pietro D'Aguì, ex manager della Banca Intermobiliare (Bim), controllata da Veneto Banca, anche in relazione al fatto che i tre sono imputati in procedimenti connessi. Ghizzoni verrà ascoltato "entro il 22 dicembre" e la svolta, oltre che dal pressing del Movimento 5 Stelle è dovuta anche a nuove considerazioni dei rappresentanti del Pd in commissione, specie Matteo Orfini, che ha apertamente dichiarato: "Venga Ghizzoni, venga chiunque". Il via libera ad audire gli ex vertici di Popolare Vicenza e Veneto Banca, istituti finiti in liquidazione con gli attivi passati a banca Intesa, è arrivato a maggioranza dopo due ore di riunione dell'ufficio di presidenza che ha dato il semaforo verde anche per sentire l'ex Ad di Unicredit Federico Ghizzoni.

I legali di Unicredit, però, stando a "il Giornale" sostengono che sull'istituto ci sono state pressioni per salvare Banca Etruria.

Intanto proprio ieri sera Maria Elena Boschi, ospite di 'Porta a Porta', ha parlato ancora: "Io non faccio l'avvocato difensore di mio padre, ma io non sono mai venuta meno ai miei doveri costituzionali".

Inter, Vecino: "Qui gioco più in attacco. Obiettivo? La Champions"
Sono sempre stato un bambino vivace, non mi fermavo mai, ero pieno di energie. "Credo che il soprannome nasca da qui". Quelle gemelle di Matias Vecino e Roberto Gagliardini , quelle robuste, massicce e anche dinamiche.


La decisione è stata presa nonostante la contrarietà di Casini, che già nei giorni scorsi aveva sostenuto che sul dossier Etruria non fossero necessarie altre audizioni.

La Commissione dovrà peraltro ascoltare nei prossimi giorni anche l'attuale ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, il numero uno uscente della Consob Giuseppe Vegas e il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco.

La vicenda riguarda il crac di banca Etruria in cui è coinvolto il padre della sottosegretaria Maria Elena Boschi che, secondo quanto rivelato in un suo libro da Ferruccio de Bortoli, avrebbe fatto pressioni sull'ex ad della banca di piazza Gae Aulenti per salvare l'istituto aretino finito poi in risoluzione insieme a CariFerrara, CariChieti e Banca Marche.

Latest News