Firenze: "Andrea Chénier" in diretta dal Teatro alla Scala al Cinema Adriano

1 Don Carlo Prima delle Prime ph Masha Sirago1 300x225

Prime delle Prime-"Don Carlo di Verdi

Giovanni Ciacci esperto di stile, giornalista e volto di Detto Fatto sarà il protagonista della puntata speciale del 7 dicembre che celebrerà la prima del Teatro alla Scala di Milano. Ricordiamo che "L'Andrea Chénier" è uno dei titoli più importanti del repertorio verista rappresentato al Teatro alla Scala per l'ultima volta nel 1985. Abito lungo e rosso firmato da Roberto Capucci per Giovanna Salza moglie di Corrado Passera. Mentre la compagna del sindaco Sala, Chiara Bazoli, ha scelto le trasparenze color cipria di N 21 per il suo debutto alla Scala.

"Facciamo l'opera per gli amanti dell'opera. Mi dispiace" ha tagliato corto Pereira. E anche chi non conoscesse nessuna aria di un'opera forse non così popolare, non potrà non aver apprezzato. "Perche' era appena caduto il governo". Scegliere Andrea Chenier di Giordano per inaugurare la stagione non lo considera un rischio, anzi. Yusif Eyvazov "è un tenore eccellente". L'allestimento di questa "prima trionfale" è "grandioso e meraviglioso" secondo il ballerino.

Incidente stradale a Roma, muore un ragazzo di 24 anni
Schianto mortale alle ore 04.20 di questa mattina, giovedì 7 dicembre 2017, a Roma sulla Cristoforo Colombo. Incidente in via Cristoforo Colombo morto Claudio Febi Roma .


Con la direzione di Riccardo Chailly e la regia di Mario Martone va in scena per la prima della Scala di Milano l'Andrea Chénier, l'opera di Umberto Giordano su Libretto di Luigi Illica. Arrivati anche il governatore lombardo Roberto Maroni, l'ex presidente del tribunale Livia Pomodoro, l'imprenditrice Diana Bracco, la madrina dei City Angels Daniela Iavarone, il vicepresidente della Regione Fabrizio Sala, il Rettore del Politecnico Ferruccio Resta, l'attrice Matilde Gioli e la showgirl Natasha Stefananko. "Il 7 dicembre tutto il mondo guarda Milano, la Scala e l'Italia, la lirica e l'opera italiana, è un momento di festa". La circostanza ha offerto ai due studenti anche l'occasione per un breve tour di Roma.

"Mi piace molto l'opera e quando ero studentessa ero abbonata alla stagione operistica a Firenze - ha raccontato - adesso ho un po' meno tempo, ma quando posso è bello prendersi una pausa e immergersi nella bellezza". Teatro che più di ogni altro ha catturato e legato a sé indissolubilmente i più grandi nomi della scena musicale di tutti i tempi.

Latest News