Un palestinese ucciso a Gaza da spari di soldati israeliani

Betlemme. Credit  AFP

Betlemme. Credit AFP

La tensione resta altissima nei Territori. Scontri si sono invece verificati a Betlemme, in varie località della Cisgiordania, dove sono rimasti feriti oltre 200 palestinesi. Un palestinese è stato ucciso da soldati israeliani negli scontri al confine della Striscia di Gaza.

Altre manifestazioni, alle quali hanno partecipato centinaia di persone, si sono tenute a Ramallah ed Hebron, dove sono state lanciate pietre contro i soldati israeliani. "Durante i disordini i soldati israeliani hanno sparato selettivamente contro due principali istigatori e i colpi sono stati confermati" si legge in un comunicato dell'esercito.

Il ministero della Sanità a Gaza ha precisato, come riferito dalla Wafa, che il secondo palestinese dato in precedenza per morto è in realtà gravemente ferito. Più di 30 persone erano rimaste ferite dal lancio di lacromogeni e dai proiettili di gomma sparati dalle forze di sicurezza israeliane.

L'appello alla protesta è stato accolto. Ad Istanbul sono stati cancellati tutti i cartelli con il nome di Trump che indicano la strada verso il centro commerciale delle Trump Tower.

Lega A, Tavecchio: "Chiesta proroga commissariamento"
Intanto l'ex presidente dell'Antitrust, Antonio Catricalà , si chiama fuori dalla corsa della presidenza della Lega di Serie A . Finita l'assemblea della Lega Serie A per il rinnovo della governance.


Gerusalemme capitale, scontri a Gaza con l'esercito israeliano.

Contro la decisione di Trump hanno protestato i musulmani di mezzo mondo, dalla Tunisia al Kashmir, dall'Egitto al Pakistan, dalla Giordania alla Turchia, dall'Iran all'Indonesia, dalla Malaysia al Bangladesh. Dopo la raffica di critiche alla scelta di Trump, si cerca ora una via d'uscita.

Questa sera il consiglio di sicurezza Onu discutera' la situazione. Ma a complicare il quadro c'è anche il giallo della visita del vice presidente americano Mike Pence in Israele e nei Territori palestinesi, prevista per il 19 dicembre. "Non ci potrà ma essere un'ambasciata a Gerusalemme, che sia degli Stati Uniti o di qualsiasi altro Paese".

Latest News