Milan, notizie di mercato dell'ultimora: Silva, Calhanoglu e Gomez addio a gennaio

Rijeka-Milan le pagelle di CM Andrè Silva pessimo Biglia al rallentatore

Rijeka-Milan le pagelle di CM Andrè Silva pessimo Biglia al rallentatore

Sul modulo che avrebbe scelto se avesse iniziato la stagione: "Secondo me questa squadra può giocare con la difesa a tre, ma deve giocare in modo organizzato, altrimenti diventa una difesa a cinque". Dobbiamo andare alla ricerca del risultato a tutti i costi, dobbiamo lavorare tanto. C'è un confronto a 360°, poi bisogna valutare le prestazioni e mettere i giocatori nelle condizioni migliori. E' bello allenare questa squadra, qualsiasi cosa vanno a proporre, hanno dato sempre grande disponibilità.

Sulla società: "Parlo tutti i giorni con Mirabelli e Fassone, stasera arriverà Han Li".

Rinvenuto cadavere decapitato e senza braccia
Orrore in provincia di Catania , a Caltagirone , dove il cadavere di un uomo di circa 50 anni è stato ritrovato senza testa né braccia .


Già, perché come se non bastassero le difficoltà d'ingranare in classifica (i rossoneri sono fuori anche dalla zona Europa League a distanza siderale dalla Champions) adesso s'è aggiunta anche la stangata in arrivo dalla Uefa che ha giudicato insufficiente il piano di rientro dei conti nei limiti del fairplay finanziario. La sensazione è che con la difesa a 3 i meccanismi non sono perfetti. Kessié anche. Calhanoglu ha avuto un problema al polpaccio e non l'ho mai allenato. Questo non deve essere un alibi.

Su Calhanoglu: "Facciamolo recuperare, sta lavorando tantissimo, sta quattro/cinque ore a Milanello. Non dobbiamo scordarci la storia di questo club". Abbiamo bisogno di tutti, giocando ogni tre giorni. "Rischiavamo di non fare benissimo, vediamo se domani i fatti mi daranno ragione". La cosa più importante è vincere, solo quelle ci fanno stare bene e ci fanno lavorare con tranquillità. In avanti spazio ad André Silva e Cutrone in un 3-5-2 con Biglia a guidare la mediana insieme a Locatelli. Non può essere un alibi, ma di riffa o di raffa dobbiamo vincere, col coltello tra i denti. Sappiamo l'importanza della partita. L'ho visto al Leverkusen, non ho detto questo alla società di farli andare via'. La mia emozione di tornare a San Siro durerà 1-2 minuti, sono concentrato sulla partita. Nei momenti no ho beccato pure io fischi a San Siro, però domani abbiamo bisogno del nostro pubblico e spero che ci sia un buon ambiente. Fin qui oggetto misterioso con Montella, ora il turco cerca di capire cosa ne sarà di lui con Gattuso. "I giovani a volte ti portano entusiasmo, i più anziani esperienza, abbiamo bisogno di entrambe le cose". "Nel calcio ci stanno i momenti di difficoltà, voglio vedere che al primo schiaffo non ci abbattiamo e che riusciamo a reagire con vemenza e forza".

Latest News