Influenza smentisce teoria gender: non è vero che maschi esagerano sintomi

Influenza smentisce teoria gender: non è vero che maschi esagerano sintomi

Influenza smentisce teoria gender: non è vero che maschi esagerano sintomi

Le donne sopportano meglio i malanni di stagione come l'influenza rispetto agli uomini. Uno studio pubblicato sul British Medical Journal, però, potrebbe fornire un alibi a tutti quegli uomini che, dalle loro compagne, vengono accusati di essere troppo lamentosi.

La ricerca è stata svolta dagli esperti del Memorial University of Newfoundland di Terranova, in Canada. Si pensa che l'influenza maschile, ovvero la ridotta capacità degli uomini di sopportare raffreddore e agenti patogeni, possa trovare origine ormonale. Fino a questo studio la letteratura scientifica non presentava delle conferme effettive di quella che sembrava soltanto una leggenda metropolitana.

Attenzione ad affibbiare senza prove l'etichetta di 'malato immaginario' a un uomo influenzato, ammonisce Sue: "Dal momento che circa la metà della popolazione mondiale è di sesso maschile, ritenere arbitrariamente che il malessere di lui sia esagerato potrebbe avere implicazioni serie per gli uomini, compresa un'assistenza insufficiente ai bisogni reali". La sua ipotesi è che gli ormoni maschili abbassino le difese immunitarie, mentre quelli femminili le alzino.

Torino, giallo nelle campagne: trovato un cadavere Possibile l'assideramento, indagano i carabinieri
Il cadavere di un uomo è stato ritrovato in mezzo alla neve in un campo a Chivasso , nel torinese. Il corpo, che non presenta segni esterni di violenza né lesioni , è stato notato da un passante.


Altri studi hanno messo in evidenza che per gli uomini c'è più possibilità di ricoveri e di morte legati alle patologie che subentrano all'influenza.

Tra i tanti luoghi comuni che descrivono il rapporto tra uomini e donne, uno molto utilizzato è quello secondo cui le femmine resistono di più all'influenza, rimanendo attive nonostante la febbre, mentre i maschi appena superano i 37 gradi si considerano in fin di vita. Da questo punto di vista i maschi hanno difese immunitarie più deboli. "Resta incerto se l'entità dei virus, la risposta immunitaria, i sintomi e il tempo di recupero possano essere influenzati dalle condizioni ambientali - precisa l'esperto -".

Latest News