Legislatura addio, Mattarella si avvia a sciogliere le Camere

Elezioni parte il conto alla rovescia il 28 Mattarella scioglie le Camere   
                       
                
         Oggi alle 16:21

Elezioni parte il conto alla rovescia il 28 Mattarella scioglie le Camere Oggi alle 16:21

Les jeux sont faits: la XVII legislatura è ormai giunta al suo atto finale.

Matteo Salvini è stato uno dei protagonisti della manifestazione contro lo Ius Soli, organizzata a Roma.

Il Parma vuole tornare a vincere, lo Spezia cerca il poker
Il calciatore del Parma viene punito aver fatto il "furbo" in area avversaria, colpendo il pallone con la mano e non con la testa. La prima occasione della ripresa è per lo Spezia con Pessina che ci prova col mancino da fuori ma Frattali la fa sua.


Il presidente del Consiglio dovrebbe anche esprimere il suo rammarico per non aver condotto in porto una legge, sullo ius soli, da lui fortemente voluta. Prima di salire sul palco il leader della Lega ha risposto così ai giornalisti che gli chiedevano dei profughi di Alfano: "Non siamo l'arca di Noè". Al Senato mancano i voti centristi della maggioranza di governo e manca anche quell'asse tra Pd e M5S che aveva garantito l'ok al biotestamento. In occasione del discorso alle alte cariche dello Stato tenuto lo scorso 19 dicembre, Mattarella si è infatti preoccupato di ricordare che "le elezioni rappresentano il momento più alto della vita democratica, da affrontare sempre con fiduciosa serenità": messaggio chiaramente indirizzato alle forze politiche che si accingono a contendersi il consenso degli elettori e finalizzato a svelenire il clima politico. Sono piu di 25 anni che l'Italia calpesta i nostri diritti e la nostra DIGNITÀ. Chi ha stabilito che le Camere si sciolgano tra 24, o 48 ore? - ha proseguito Manconi - Mi rivolgo al Presidente Mattarella che ancora non si è pronunciato: "troviamo il tempo di discutere la legge"."Prolunghi la legislatura di due settimane". Il quale, con ogni probabilità, già questo pomeriggio chiamerà al Colle i presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso, per informarli della decisione di sciogliere le Camere e ascoltarne il parere, non vincolante ma obbligatorio ai sensi dell'articolo 88 della Costituzione. "Mattarella non ascolti chi da sinistra lo tira per la la giacchetta".

Latest News