Sacchetti della spesa a pagamento Ecco quanto ci costeranno

Sacchetti della spesa a pagamento Ecco quanto ci costeranno

Altro balzello dalla UE, che bella idea i sacchetti a pagamento

Il Codacons calcola una spesa tra i 20 e i 50 euro all'anno. "Abbiamo già inviato una istanza d'accesso al Ministero dell'economia per conoscere tutti i dettagli di tale norma ingiusta, e siamo pronti a dare battaglia impugnando nelle sedi competenti un provvedimento ingiusto che finisce solo per introdurre aggravi di spesa sulle spalle dei consumatori".

La novità sui sacchetti biodegradabili è chiaramente collegata al tentativo di salvaguardare l'ambiente, ma questo a 'danno' di chi consuma e vive in Italia. L'innovazione ha un prezzo, ed è giusto che i bioshopper siano a pagamento, purché sia garantito un costo equo, che si dovrebbe aggirare intorno ai 2-3 centesimi a busta. Al loro posto ci saranno shopper biodegradabili e compostabili, però a pagamento."Tutte le buste di plastica, sia biodegradabili che compostabili, devono essere cedute solo previo pagamento e il costo deve risultare nello scontrino".

L'arrivo del 2018 ha portato con sé l'entrata in vigore della nuova normativa, che estende l'obbligo di utilizzare materiali biodegradabili anche alle buste da usare come "imballaggio primario" per ortofrutta, panetteria, pescheria, macelleria e gastronomia. Occorre affrontare con efficacia il problema dell'usa e getta e allo stesso tempo contrastare il problema dei sacchetti illegali, ancora troppo diffusi, e promuovere le filiere delle produzione industriali innovative e rispettose dell'ambiente.

Emma Marrone: "Essere Qui" è il nuovo album, anticipato dal singolo "L'isola"
Nel lungo post pubblicato sui social, Emma ha spiegato il motivo per cui sono passati 3 anni tra 'Adesso' ed 'Essere qui' . Il singolo è in pre-order su iTunes e in pre-save su Spotify da oggi.


Altra importante novità per quanto concerne la Tassa sulla Spesa 2018 è l'impossibilità da parte del consumatore di poter portare da casa il sacchetto della spesa.

"Non ci sono speculazioni ai danni del consumatore", dice soddisfatto il presidente di Assobioplastiche dopo una prima ricognizione sui prezzi dei sacchetti per frutta e verdura, che dal primo gennaio sono - per legge - biodegradabili e a pagamento. Tassando uno dei beni che quotidianamente vengono più sprecati nei supermercati si spera di invogliare il consumatore a prestare più attenzione nel rispettare l'ambiente. Si parla di ammende comprese fra i 2.500 e i 25mila euro, ma la multa potrebbe anche toccare i 100mila euro qualora la violazione riguardi ingenti quantitativi.

Secondo i dati dell'analisi Gfk-Eurisko presentati nel 2017, le famiglie italiane fanno in media 139 spese all'anno nella grande distribuzione.

Latest News