Saldi al via dal 2 gennaio, prezzi giù in 280mila negozi

Santoni

Pumps in pelle laminata

Secondo Confesercenti un italiano su due approfitterà dei saldi invernali e la spesa si aggirerà intorno ai 150 euro a persona.

"Quest'anno - spiega Roberto Manzoni, presidente di Fismo Confesercenti - gli sconti di partenza saranno più alti della media, e i saldi invernali somiglieranno a un Black friday 'sotto casa', solo più accessibile e di maggiore durata". "E in più con tutti i vantaggi del negozio tradizionale". Averne di continuo anticipato la data di inizio ha di fatto completamente snaturato questo tipo di vendita speciale a danno sia delle piccole e medie imprese del dettaglio che conseguentemente del consumatore determinando una confusione totale sulle varie forme di vendite straordinarie. Anche le vendite di Natale, seppure positive, sono state sotto le attese. C'è l'obbligo di sostituire l'articolo difettoso, ricordano le associazioni dei consumatori, e i soldi devono essere restituiti se non c'è prodotto sostitutivo. Il budget medio inoltre non sarà di 150 euro a persona così come stimato da Confesercenti, ma di 168 euro a famiglia. Saranno solo il 40 %degli italiani a fare acquisti in saldo. Abbigliamento a parte, a fare gola in tempi di saldi sono anche i prodotti per la casa (9%).

I negozi
Complessivamente, aderirà ai prossimi saldi una su tre delle oltre 800mila attività commerciali italiane.

Riduzioni più sostanziose del normale per sopperire a un anno che, per il commercio moda, è stato ancora fiacco. E senza una ripresa sostenuta, il settore del commercio moda continua a soffrire: "nel 2017 sono spariti altri 2.400 negozi, più di 6 al giorno".

"A questo si aggiunge il caos provocato dalle vendite online dovuto anche all'assenza di un'azione di controllo e sanzionamento".

Sette persone intossicate dal monossido di carbonio a Bologna
La sera del 31 i giovani sono finiti al pronto soccorso per un'intossicazione da monossido di carbonio . Le due donne, trasportate in ospedale con l'elisoccorso, non sono in gravi condizioni.


Secondo Confesercenti, i saldi invernali 2018 faranno registrare un'alta adesione sia tra i venditori che tra gli acquirenti.

Infine alla raggiunta unificazione della data di partenza dei saldi, per evitare ogni possibile e indeterminata confusione, sarebbe necessario unificare la data di chiusura dei saldi, considerato anche che sono efficaci nelle prime settimane di vendita.

I prodotti venduti a saldo devono essere di fine stagione ma non di quelle passate.

Quest'anno le aspettative dei negozi di vicinato sono tantissime, poiché nel periodo prenatalizio si è registrata una vendita molto bassa rispetto agli anni precedenti.

Latest News