De Falco sale a bordo del M5S

Movimento 5 Stelle, aperte le candidature per le parlamentarie

Ultime ore per le autocandidature nel Movimento 5 stelle

Pordenone, 4 gen. (askanews) - E' molto soddisfatto Luigi Di Maio, candidato del M5s alla presidenza del Consiglio, per la "grandissima partecipazione" alle parlamentarie. "Noi abbiamo creato un impianto di regole a cui dovranno attendersi tutti i parlamentarti del Movimento 5 Stelle - ha proseguito Di Maio - Il nuovo statuto obbliga i parlamentari a rinunciare a vitalizi, doppi stipendi, obbligandosi a dimettersi in caso di indagini, dove si evincano condotte immorali, per chi non rispetta il programma e per chi cambia casacca perché altrimenti ci dovrebbero pagare 100mila euro di multa". Non è ancora chiaro in che modo tale disponibilità possa essere manifestata: il regolamento precisa solo che "ciascuno dei soggetti che ritengano di avere i requisiti necessari per avanzare la propria candidatura, dovrà provvedere a manifestare la propria volontà di avanzare la candidatura secondo le modalità che saranno pubblicate sul sito dell'Associazione".

Ci sarà anche il comandante De Falco tra i candidati del M5S alle prossime elezioni politiche. "Hanno aderito al nostro appello persone che magari non sono proprio nel Movimento da sempre ma che simpatizzano per noi".

Mourinho: "Dimissioni? Solo spazzatura, io voglio rimanere e vincere con lo United"
Tale intenzione sta spaventando la dirigenza del Manchester United . Io voglio restare e andrò via solo quando la società mi manderà via.


Già, il comandante Gregorio De Falco, noto come l'eroe della tragica notte della Concordia, quello che ordinò a Francesco Schettino il rabbioso "torni a bordo cazzo". Ma le polemiche non si placano: "l'intervento del Garante della Privacy che ha svelato gli illeciti della piattaforma Rousseau del MoVimento 5 Stelle fa emergere uno scenario gravissimo da Grande Fratello di Orwell: il voto firmato", accusa il deputato del Partito democratico, Michele Anzaldi. "E il giusto mix farà la differenza, cioè persone e parlamentari uscenti, i nostri attivisti e le persone che lavorano negli gruppi locali e che portano con se la loro storia personale e le loro referenze".

"La sindaca Raggi ha chiesto di andare al giudizio immediato". Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Ma pare che, per ora, i segnali di malumore si siano calmati.

Latest News