Serie A, la classifica e risultati dopo la ventesima giornata

La Juventus vince di misura a Cagliari e incalza il Napoli Roma

Serie A, la classifica e risultati dopo la ventesima giornata

I partenopei esibiscono il consueto approccio spumeggiante, ma hanno bisogno di oltre un'ora (in cui vengono fermati due volte dai legni) per scardinare la difesa scaligera; al 65° è un colpo di testa di Koulibaly a regalare il vantaggio agli azzurri (nell'occasione, qualche protesta di troppo per un presunto fallo del senegalese costa a Pecchia l'espulsione), mentre al 78° Callejon sigla il gol della tranquillità.

Luci ed ombre sulle sponde opposte del Tevere. Ampia vittoria della Lazio in casa della Spal (5-2), con poker di Immobile che diventa capocannoniere con 20 reti.

Inizia a farsi consistente in vetta il distacco tra le prime due (Napoli e Juventus) e il gruppo delle inseguitrici che vede l'Inter a quota 42, seguita da Lazio e Roma (rispettivamente 40 e 39 punti) che però devono recuperare una partita. Pareggiano 1-1 l'Udinese con il Chievo e la Fiorentina con l'Inter.

Lotteria Italia: nessun biglietto vincente nell'agrigentino
Quindi due premi hanno toccato il Piemonte , altrettanti il Lazio e uno la Lombardia . La storia della Lotteria Italia è costellata da dimenticanze milionarie.


Chiusa la prima parte del campionato, la seconda si apre con la stessa musica: Napoli e Juve confermano anche al giro di boa il testa a testa che, di questo passo, potrebbe ridurre la questione scudetto a un cosa nostra fra di loro.

La stessa necessità del Torino con Mazzarri che aveva sostituito Mihajlovic e che ha superato l'esame alla grande distruggendo (3-0) uno spento Bologna arrivato a quattro sconfitte nelle ultime cinque partite. Niang al 53° e Iago Falque all'85° arrotondano poi per i padroni di casa.

Seconda vittoria di fila, anche questa firmata Coda, per il Benevento che batte la Sampdoria 3-2 riuscendo a ribaltare il risultato. Il Milan vince invece per 1-0 contro il Crotone, aggiudicandosi con la ormai abituale sofferenza un incontro tutt'altro che esaltante; decide in apertura di ripresa il primo gol in rossonero di Bonucci, che incoccia fortunosamente con la nuca una respinta sporca di Cordaz.

Latest News