Napoli, i nuovi treni sono troppo lunghi: non entrano nel tunnel

Uno dei treni della Linea 6 appartenente alla prima fornitura degli anni '90 del secolo scorso

Uno dei treni della Linea 6 appartenente alla prima fornitura degli anni '90 del secolo scorso

Che entrano nelle gallerie, le dimensioni sono standard.

Qualcuno ha ventilato l'ipotesi che potessero essere utilizzati i vecchi convogli da 25 metri, che furono acquistati al tempo dei Mondiali di Italia '90, treni peraltro a due moduli, anziché quattro. Oppure, si potrebbe costruire un parcheggio a raso nel quartiere Bagnoli dove posizionare i nuovi treni sui binari e creare un collegamento con la linea 6.

La linea 6, quindi, sembra non riuscire ad avere un programma di lavori lineare, da quando è stata chiusa del 2013.

Morale? I nuovi treni che dovrebbero servire la linea, lunghi 39 metri, non riescono a passare e ad essere posizionati sui binari. E quelli potranno essere impiegati finché non sarà costruita una officina-deposito sufficientemente larga. L'assessore alle Infrastrutture e ai Trasporti del Comune di Napoli, Mario Calabrese, è intervenuto sulla polemica per fare le dovute precisazioni.

Delegazione Pyongyang a Olimpiadi, prove di disgelo con Seul
Nel corso dei colloqui la Corea del Sud ha anche proposto di tenere riunioni tra le famiglie separate dalla guerra del 1950-53. Le due Coree hanno deciso di riaprire la "linea rossa" di comunicazione militare: lo riporta l'agenzia Yonha.


"Da alcuni giorni e soprattutto dopo un articolo riguardante la linea 6 leggo di un tunnel troppo stretto e di treni non ci potrebbero mai passare. Facciamo chiarezza: le gallerie della linea 6 sono commisurate alla larghezza dei treni, sia di quelli esistenti, che delle prossime forniture", spiega l'assessore in una nota. "Del resto i treni della linea 6 hanno circolato regolarmente dal 2007 al 2013 e quelli oggetto della prossima fornitura hanno la medesima larghezza di quelli attualmente in dotazione".

Vale la pena di ricordare però la cronistoria degli eventi legati alla realizzazione della linea M6. Il progetto del 2000, dalla stazione "Mostra" di piazzale Tecchio a piazza Municipio, prevedeva la realizzazione di un deposito/officina nell'area dell'ex Arsenale militare di via Campegna.

L'unico foro disponibile per far entrare i treni nei tunnel è largo 27 metri. Invece, per le operazioni di manutenzione straordinaria fu realizzata una copertura amovibile al di sopra del deposito provvisorio per consentire l'estrazione dei treni per il successivo trasporto in apposite officine.

Latest News