Salvini: "Cancelleramo l'obbligo dei vaccini". E la Lorenzin replica

Matteo Renzi

Matteo Renzi

Berlusconi, dopo il si' ad Attilio Fontana, conferma il sostegno a Maurizio Gasparri per la corsa alla presidenza del Lazio, ma avverte: "Occorre essere sicuri del risultato vincente" e che nel centrodestra "non ci siano delle presenze che possano sottrarre voti e determinare una sconfitta", chiaro il riferimento alla candidatura del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi. All'epoca Silvio Berlusconi è stato chiaro: "Se un provvedimento è giusto e va nell'interesse degli italiani noi siamo disposti a sostenerlo, qualunque governo lo proponga". Per Renzi era noto che il governo avesse intenzione di procedere a una riforma delle banche popolari.

Il tema dei vaccini, che nei mesi scorsi ha già visto un duro scontro nel Paese e in parlamento, irrompe nella campagna elettorale.

Concetto peraltro ribadito da Salvini anche in un post pubblicato sul suo profilo Twitter ufficiale: "Cancelleremo norme Lorenzin". Replica così su Facebook il medico Roberto Burioni al leader della Lega, Matteo Salvini, che intende cancellare l'obbligo dei vaccini.

Solidarietà di Falcomatà a Don Ennio Stamile
Ora le Forze dell'Ordine e la Magistratura non tralascino nessuna azione investigativa per consegnare alla giustizia i responsabili ed i mandanti dell'atto intimidatorio.


Matteo Salvini, in un tweet che sta facendo il giro della rete, annuncia trionfante che, in caso di vittoria della Lega Nord alle prossime elezioni politiche, abolirà l'obbligatorietà dei vaccini in Italia.

Immediata la reazione della Lorenzin. Ma di perseverare nell'estremismo dell'incompetenza. "La Lega - sottolinea Lorenzin - gioca per qualche voto in più, sulla salute degli italiani, sulla salute dei nostri figli, rischiando di continuare a perorare una causa no vax che mette seriamente a rischio le campagne di informazione scientifiche e sanitarie".

Latest News