Abidal racconta la sua malattia: "Messi stava male a vedermi così"

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE

L'ex difensore francese del Barcellona, che è riuscito a guarire dal cancro al fegato che gli è stato diagnosticato nel 2011, racconta dei dettagli inediti della sua malattia. "È stata una sofferenza che non augurerei a nessuno". "Quando ho inviato il video per motivare la squadra, Leo Messi non mi ha mai detto di non inviare più cose né che non volesse saperne nulla".

Il racconto. Un giorno sollevi la Champions e ti senti quasi un dio, pochi attimi e quell'equilibrio sopra la follia ti scaraventa nel baratro.

Un eroe dei tempi nostri svela un importante retroscena che riguarda se stesso ed il calciatore più forte del mondo, ovvero Lionel Messi. Due gli episodi che rammenta in particolare, due storie cariche di tenera tristezza come una pietra messa lì, a pesare apposta sul cuore. Abidal ha parlato della reazione alla malattia dei blaugrana, e ha spiegato: "Ci sono alcuni che mi avevano visto troppo dimagrito".

Proviamo a trovare un'intesa nel Lazio
C'è chi ipotizza che in Lombardia alla fine si possa optare per una "desistenza" a sinistra, con un sostegno 'esterno' a Gori. E Giorgio Gori gli lancia un appello da Radio1: "Io lo interpreto in questo modo: se fosse per lui sarebbe un Sì".


Barcellona - "Avevo fatto un video da mandare ai miei compagni per incoraggiarli prima di una partita". Di non mandarcene più, perché così facendo avrei ottenuto l'effetto contrario.

Con l'ex compagno di nazionale Olivier Dacourt - scrive SportMediaset - Abidal ha ripercorso quei mesi terribili, quando era arrivato a sembrare "un cadavere che camminava". "Dissi loro che non dovevano preoccuparsi per me".

L'emozione di abbracciare Henry. "Ero contento che venisse a trovarmi, ma non avrei voluto che mi vedesse in quel modo". "Piansi come un bambino", dice anche Adibal, che da parte dei compagni ha ricevuto anche manifestazioni di affetto e vicinanza.

Latest News