Catania, "è vicino alla mafia": sequestro da 41 milioni a un imprenditore

Brioches

Brioches ritirate dai supermercati perché contengono plastica

Roma, 11 gen (Prima Pagina News) La divisione della Polizia anticrimine della Questura dui Catania ha eseguito il sequestro di beni per 41 milioni di euro, riconducibili a un imprenditore ritenuto contiguo al clan mafioso "Cappello".

Nel mirino degli agenti beni mobili e immobili e imprese soprattutto del settore della grande distribuzione alimentare. Sono stati sequestrati tra le altre cose 13 supermercati (a marchio G.M.) tra Catania e provincia, un distributore di carburanti, terreni edificabili, ville, automobili, conti correnti e rapporti bancari (per un totale di circa 250.000 euro) che secondo gli investigatori sarebbero stati conseguiti illecitamente. In virtù della sua vicinanza al clan Cappello-Bonaccorsi è riuscito a inserirsi sul mercato della grande distribuzione per ripulire il denaro delle attività illecite.

Recensione Honda Accord 2016
Per garantire la sicurezza del conducente e dell'auto, la telecamera posteriore è integrata con dei sensori di parcheggio. A seconda dell'intensità della pioggia battente sul parabrezza, i tergicristalli si regoleranno automaticamente.


In amministrazione giudiziaria è finita la catena di 13 supermercati "G.M." facenti capo a Giuseppe Guglielmino.

Vicino ad Angelo Cacisi, elemento di vertice del clan "Cappello-Bonaccorsi" - di cui aveva anche favorito la latitanza - arrestato nelle operazioni "Ramazza" (2004, Squadra Mobile di Catania, per associazione mafiosa, poi assolto), "Clapton" (2006, Squadra Mobile di Enna, per stupefacenti) e "Night life" (2007, Squadra Mobile di Catania, per stupefacenti), è stato già sottoposto a misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel 2008 e alla misura di sicurezza personale della libertà vigilata nel 2013. Sigilli anche alla G.M. Carburanti di Michael Giuseppe Guglielmino a Catania, a un appezzamento di terreno edificabile, a San Pietro Clarenza di proprietà del figlio Michael Giuseppe Guglielmino, e un villino a Catania.

Latest News