Macron, rendo omaggio al lavoro dell'Italia sui migranti

Macron e Gentiloni a Palazzo Chigi

Palazzo Chigi

Era presente all'incontro il sottosegretario di Stato agli Affari esteri e alla cooperazione internazionale, Vincenzo Amendola. È questo il senso degli incontri avuti questa mattina a Roma dal presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron con il capo dello Stato Sergio Mattarella prima e con il presidente del Consiglio Palo Gentiloni poi. "Cooperiamo da sempre in modo straordinario ma siamo convinti che possa rendere ancora più forti e sistematiche le nostre relazioni" ha dichiarato Gentiloni.

"Abbiamo avuto occasione per rinnovare nostri impegni bilaterali che abbiamo preso mesi fa nel vertice di Lione - ha premesso il premier -". Mi rallegro della collaborazione di ottima qualità nel lavoro di contrasto allo scandalo umanitario in Libia. Dobbiamo darle prospettiva per i prossimi 10 anni. Sulle questioni migratorie - risponde Gentiloni - "abbiamo ottenuto risultati importanti, nel 2017, nel contrasto ai trafficanti di esseri umani, siamo orgogliosi di aver tenuto insieme la lotta ai trafficanti con la solidarietà e l'accoglienza. Nessuno è escluso da questi percorsi, ma il fatto che questi percorsi vadano avanti non può essere condizionato dai vagoni più lenti".

"L'Italia ha fatto un ottimo lavoro per ridurre la destabilizzazione" derivante dal fenomeno migratorio.

(Agenzia Vista) Roma, 11 January 2018Macron rapporto con Italia complementare a quello franco-tedesco " C'e' un rapporto franco-tedesco strutturale e all'origine dell'Europa. La sua azione in Italia e in Europa ha consentito di avviare una nuova dinamica. "Lungi da me esprimermi sulla vostra campagna elettorale, voglio solo dire che l'Europa è stata molto fortunata ad avere Paolo Gentiloni". E il presidente del Consiglio ci ha tenuto a sottolineare: "Credo che ci sia da prendere atto di una crescente domanda di Europa nel mondo che ci circonda, a partire dai Balcani e dal Mediterraneo, dove una presenza forte del modello europeo è richiesta". In particolare, da oggi partono ufficialmente i lavori dei "saggi" che dovranno mettere a punto il cosiddetto 'Trattato del Quirinale', da firmare entro l'anno, grazie al quale, ha detto Gentiloni, sarà data "una cornice più stabile e ambiziosa" ai già ottimi rapporti bilaterali tra i due Paesi. Tra i due Paesi, spiega Macron, c'è una "comunanza di storia".

Apple, Francia apre un'inchiesta per "truffa" e "obsolescienza programmata"
Questa indagine è stata resa possibile dal fatto che in Francia è in vigore una legge datata 1 luglio 2016, che prende il nome dall'ex ministro socialista Benoit Hamon.


"Noi crediamo- dice Macron- in un'avanguardia aperta: una maggiore ambizione per alcuni partner, che non e' chiusa agli altri se vogliono inserirsi". Ci sono molti investimenti e abbiamo scambi commerciali per un volume intorno agli 80 miliardi. Dopo la visita alla Domus Aurea, Macron si è spostato a Palazzo Chigi.

Gentiloni: "Ue non si sottragga".

"Continueremo a fare grandi cose con l'Italia".

Latest News