Calciomercato Milan, da Meyer ad Hazard: il punto sul tour di Mirabelli

Milan Mirabelli vola in Germania per il mercato occhi su Brandt Meyer e Hazard

Julian & Julian, i due tedeschi che hanno stregato Mirabelli

Il Milan è sempre stato molto attratto dal mercato tedesco e dai tanti talenti che giocano in Bundesliga, come dimostrano i due acquisti di Hakan Calhanoglu e Ricardo Rodriguez. Per l'occasione il ds Mirabelli ha pianificato un week end negli stadi tedeschi. Per non dimenticare un attaccante che i rossoneri hanno seguito a lungo ovvero Pierre Emerick Aubameyang, gioiello del Borussia Dortmund. A riportarlo è La Gazzetta dello Sport. Ieri sera Mirabelli ha seguito in tribuna la gara Bayer Leverkusen-Bayern Monaco: nell'undici della formazione di casa ci sarebbe proprio un pupillo del direttore, ossia Julian Brandt, ala della squadra ospitante e della nazionale tedesca. 22 gol in campionato in 115 apparizioni ed una delle sue qualità è senza dubbio la velocità.

Renzi: "L'avversario del Pd è l'incompetenza del M5S"
Ma a parte il problema delle deroghe, c'è da distribuire i collegi, con quelli considerati "sicuri" che non sono moltissimi. Al centro le esperienze di governo locale, ma la testa è, naturalmente, rivolta alle elezioni del 4 marzo.


ALTRI PROFILI CHE PIACCIONO - Ieri Leverkusen, oggi Lipsia, domani Colonia: Mirabelli completerà infatti il suo tour domani visionando Hazard jr, centrocampista del Borussia Monchengladbach nonché fratello minore dell'asso del Chelsea, impegnato contro il Colonia questo pomeriggio. Tra i vari osservati speciali del dirigente rossonero c'è anche l'esterno di difesa mancino Ludwig Augustinsson, difensore '94 del Werder Brema; il difensore centrale 19enne del RB Lipsia Dayot Upamecano; il fantasista classe '95 Max Meyer in forza allo Schalke 04; e per finire il difensore centrale classe 1996 Thilo Kehrer, anche lui coriaceo punto di riferimento del club di Gelsenkirchen e capitano della Nazionale Under 21 tedesca, in scadenza di contratto a giugno 2019. Non sarà visto personalmente, invece, Weigl, del resto già ben conosciuto nell'ambiente calcistico di mezza Europa per le sue ottime performance col Borussia. Il direttore sportivo rossonero potrebbe così approfittare della situazione per bloccare il 22enne che è già in regime di svincolo (contratto in scadenza a giugno 2018).

Latest News