Donald Trump e la 'scappatella' da 130mila dollari con una pornostar

Donald Trump e la 'scappatella' da 130mila dollari con una pornostar

Donald Trump e la 'scappatella' da 130mila dollari con una pornostar

E ciò un anno dopo il matrimonio con la terza ed attuale moglie, Melania Trump. Stavolta da una testata amica o quanto meno "non ostile", il Wall Street Journal di Rupert Murdoch. Ma a far rumore sono i 130 mila dollari che Trump avrebbe versato alla Clifford per comprare il suo silenzio sulla vicenda poco prima della sua elezione, nell'ottobre 2016. Nel 2006 i media avevano parlato di Stephanie Clifford, che fece parlare di sé per la decisione di candidarsi come senatrice della Louisiana. Sarebbe qusto l'ammontare dell'accordo che Michael Cohen, il legale di Donald Trump, avrebbe raggiunto l'ex pornostar Stephanie Clifford nell'ottobre del 2016, un mese prima delle elezioni.

A sua volta, in una dichiarazione l'avvocato Cohen non ha risposto alla domanda sul presunto pagamento da 130mila dollari ma ha detto che "il presidente Trump, ancora una volta, smentisce con veemenza questo o qualsiasi altro incontro a sfondo sessuale" con la ex attrice di film a luci rosse.

La Stampa: "Bufera Milan, inchiesta sulla vendita"
Eppure, nel novembre scorso, un'inchiesta del " New York Times ", faceva a pezzi la nuova proprietà della squadra milanese. Da lì erano partite una serie di verificheper accertare il percorso dei flussi finanziari.


Anche Cohen attacca il Wsj, dicendo: "questa è la seconda volta che voi sollevate accuse contro il mio cliente. Avete tentato di far passare questa balla per oltre un anno; una storia che è stata già negata da tutte le parti almeno sin dal 2011". La finalità: la donna non avrebbe dovuto parlare pubblicamente di un presunto rapporto sessuale con Trump. Ma il Wsj ha sottolineato che la pornostar non ha invece risposto alle richieste di commento inviate via e-mail.

Latest News