La Stampa: "Bufera Milan, inchiesta sulla vendita"

Li Yonghong

Li Yonghong +CLICCA PER INGRANDIRE

E' "bufera" sul Milan come scrive in prima pagina l'edizione odierna de La Stampa, c'è un'inchiesta sulla vendita del Milan ai cinesi: "Il sospetto di una vendita gonfiata: una cifra fuori mercato pagata attraverso canali internazionali".

Secondo i giudici del Capoluogo lombardo, la Società potrebbe essere stata venduta ad un prezzo gonfiato e successivamente, sarebbe rientrata quella che viene definita una "cifra sostanziosa". Da qui, la possibilità che possa essersi configurato il reato di riciclaggio. La stessanotizia compare sul Secolo XIX. Da dove provengono quei 740 milioni che l'imprenditore cinese Yonghong Li ha versato in più tranche per assicurarsi la prestigiosa società di calcio. Da lì erano partite una serie di verificheper accertare il percorso dei flussi finanziari. Infine, "in gran segreto, nei giorni scorsi, i pm - scrive La Stampa - hanno avviato un'inchiesta che tra le varie ipotesi comporta anche verifiche sul reato di riciclaggio". A coordinare l'inchiesta, il pm Fabio De Pasquale, lo stesso che in passato aveva indagato Berlusconi per la frode fiscale sui diritti tv ma che lo aveva anche difeso nella vicenda della scalata ostile di Vivendi a Mediaset. "Alla base dell'apertura dell'inchiesta avvenuta poche settimane fa - aggiunge - ci sarebbero nuovi documenti che dimostrerebbero esattamente il contrario". Eppure, nel novembre scorso, un'inchiesta del "New York Times", faceva a pezzi la nuova proprietà della squadra milanese.

Sanremo 2018, Claudio Baglioni presenta Michelle Hunziker e Favino: prime dichiarazioni ufficiali
A Sanremo ciò che dovrebbe essere sempre messo al primo posto però sono le canzoni. I tre quotidiani concordano anche sul compenso previsto per Michelle Hunziker .


La procura vuole quindi verificare la provenienza dei fondi con cui Yonghong Li ha rilevato il club da Berlusconi, sospettando che questa intera operazione sia stata effettuata per far rientrare una quota di capitali in Italia. Non solo, secondo l'inchiesta finanziaria dell'autorevole quotidiano della Grande Mela, nemmeno le presunte attività estrattive della Guizhou Fuquan Group - società di riferimento del finanziere cinese-, avrebbero avuto questo lustro che veniva invece trionfalmente annunciato.

Latest News