Affonda in Cina una petroliera con 136mila tonnellate di greggio

Petroliera iraniana affondata in Cina: si rischia disastro ambientale, morti i 32 a bordo

Iran. Affondata la petroliera in fiamme al largo delle coste cinesi

La petroliera trasportava 136.000 tonnellate di greggio ultraleggero, ma le autorità cinesi assicurano che non c'è una grossa chiazza di petrolio in mare.

La petroliera iraniana Sanchi è affondata al largo delle coste cinesi. Le autorità iraniane avevano già escluso di poter trovare dei sopravvissuti tra i 32 membri dell'equipaggio, di cui 30 iraniani e due bengalesi, mentre sinora tre cadaveri sono stati recuperati. Ieri i soccorritori cinesi hanno ritrovato la scatola nera della petroliera. Secondo l'esperto, questi idrocarburi sono molto "volatili, quindi la maggior parte di essi si è dispersa nell'atmosfera, causando meno conseguenze per l'oceano".

Regionali, Gori: compatteremo elettori centrosinistra. Strappo LeU, in campo Rosati
Con Nicola Zingaretti , ammette Bersani , la strada di un accordo e' meno complicata di quella con Giorgio Gori . Grasso ha anche ricordato che Gori "ha appoggiato il referendum autonomista promosso da Maroni ".


"Per ora non è una grande minaccia per l'ambiente" - Il condensato ultraleggero fuoriuscito dalla petroliera iraniana Sanchi, affondata oggi nel mar Cinese orientale a 8 giorni dalla collisione col mercantile Cf Crystal, "non costituisce al momento una grande minaccia ambientale all'ecosistema marino". Il condensato, una versione ultra leggera del petrolio greggio, è molto diverso dal greggio nero che si vede spesso nelle fuoriuscite di petrolio: si trova sotto forma di gas all'interno di serbatoi ad alta pressione e si liquefa una volta estratto.

Latest News