Regionali, Gori: compatteremo elettori centrosinistra. Strappo LeU, in campo Rosati

Giorgio Gori

Giorgio Gori

Liberi e Uguali ha scelto: il partito correrà da solo alle prossime elezioni regionali in #Lombardia, appoggiando la candidatura a governatore di Onorio Rosati, consigliere uscente di Mdp ed ex sindacalista della Cgil. Lo ha deciso l'assemblea regionale del partito, riunitosi stasera.

La squadra, ha aggiunto Laforgia, "ha bisogno di un volto e penso che per il suo impegno nella politica e nel sindacato e anche perché è una brava persona questa proposta può essere fatta da Onorio Rosati, che vorremo fosse il volto di questa operazione" in Lombardia. "Ci faremo conoscere e ascolteremo i cittadini". Con Nicola Zingaretti, ammette Bersani, la strada di un accordo e' meno complicata di quella con Giorgio Gori.

Situazione più complessa nel Lazio, dove al momento il centrodestra ha due candidati, Maurizio Gasparri di Forza Italia (accreditato di un 22%) e il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, sostenuto da una lista civica e da alcune personalità della destra, quotato al 10.

Stefano De Martino e Gilda Ambrosio non sono fidanzati: l'ultimo gossip
Belen? Non credo che torneremo mai insieme, ma i rapporti tra noi sono civilissimi . Con Santiago ci siamo fatti il regalo più bello della nostra vita .


Grasso ha anche ricordato che Gori "ha appoggiato il referendum autonomista promosso da Maroni". I dati sono obbligatori al fine di autorizzare la pubblicazione del commento e non saranno pubblicati insieme al commento salvo esplicita indicazione da parte dell'utente. "Ringrazio tutti quelli che si sono spesi in questi giorni per favorire un'intesa, e poi noi andiamo dritti". Noi chiediamo che lui ci dia lo stesso rispetto che noi porteremo a lui.

La replica del leader di LeU è arrivata in risposta alle parole del candidato Pd, che in un'intervista a Repubblica aveva detto: "Sono accecati dall'odio per i dem ma i loro elettori stanno con me". Non possiamo prescindere da questo. Veniamo da una lunga stagione di sconfitte elettoral.

Un no netto a Gori, ma un possibile sì a Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio. "Il dibattito è aperto e l'esito non è scontato".

Latest News