Telecamere e nuovo stadio, gli ultrà ancora contro Pallotta

Telecamere e nuovo stadio, gli ultrà ancora contro Pallotta

Telecamere e nuovo stadio, gli ultrà ancora contro Pallotta

James Pallotta, presidente della Roma, ha parlato da Londra durante il convegno "Leaders in Sport - Meet Innovation", soffermandosi in particolare sul nuovo stadio, che sorgerà a Tor Di Valle. "Tranne forse tifosi della Lazio, ma verranno a giocare lì una volta a stagione".

Pallotta poi, nel prosieguo dell'intervista ha confessato che il suo rapporto con il football non è mai stato idilliaco: "Fino a cinque anni fa credevo fosse un gioco disgustoso. Questo vorrebbe dire avere 30 milioni di fans e sono i numeri a cui dobbiamo ambire". "Vorrei che almeno l'1% di loro possano tifare la Roma come seconda squadra".

Amici 17: punizioni ed espulsioni, cosa è successo davvero?
Aiutare a pulire le strade , concentrandosi sulle periferie, può trasmettere loro un impegno civico, civile". E arriva anche l'ok del sindaco, Virginia Raggi . "Credo nella rieducazione.


"Non si può essere un marchio globale senza avere lo stadio di proprietà". L'esperienza dei tifosi determina la tecnologia utilizzata: non c'è bisogno di inserire le ultimissime novità hi-tech se non richieste", mentre sulla sicurezza dice: "Stiamo passando molto tempo nel decidere che tipo di misure di sicurezza ci saranno, che tipo di riconoscimento facciale useremo.

A pochi giorni dal ritorno in campo e dalla gara con l'Inter, il clima è teso in casa Roma, soprattutto nei rapporti tra la tifoseria giallorossa e il presidente James Pallotta. "Al nord Italia non litigano molto, ma al Sud, come Napoli e Roma, i problemi di sicurezza sono davvero significativi". "Quindi abbiamo chiesto di portare telecamere ad alta definizione all'interno, e le abbiamo comprate noi, anche se non siamo i proprietari dello stadio, per iniziare a vedere chi è che crea problemi". Posso farti un esempio, un anno e mezzo fa siamo andati dal capo della polizia e gli ho chiesto perché certe persone non venivano arrestate, lui mi ha risposto che non poteva farlo, mostrandomi un fascicolo di foto sgranate di persone che sapeva aver commesso reati.

Latest News