Il Vegetale: Rovazzi e Morandi al red carpet del film

Fedez tra le sue Stories Instagram infatti pubblica il numero di telefono del povero Fabio Rovazzi che in men che non si dica si trova sommerso da messaggi e chiamate.

Figlio di un ricco imprenditore non ha una vita agiata, anche grazie al fatto che il padre non aiuta il figlio a cercare un impiego, anzi, lo definisce un vegetale. Così, per allentare la tensione dell'amico, Fedez ha pensato di fargli uno scherzo. Fedez, che si è divertito a pubblicare il numero di telefono del collega.

Gentiloni: "Conti pubblici in ordine, la crescita è tornata stabile"
Fiducia e "coraggio", rimarca, sottolineando che "c'è una parte di Italia che corre e una parte che fatica ed è rimasta indietro ".


Inizialmente Rovazzi è apparso un po' sorpreso dall'improvvisa ilarità che lo circondava ma ha subito capito che qualcosa non andava: "avete pubblicato il mio numero di telefono?" ha chiesto preoccupato agli amici. "Scrivetegli 'sei teso'" - si legge in una foto, corredata naturalmente dal numero del malcapitato.

Se esiste una "poetica" anche nei fenomeni virali del web, non c'è dubbio che Fabio Rovazzi abbia saputo costruirsi un personaggio basato su temi e ossessioni ricorrenti, già rintracciabili nei testi demenziali delle sue canzoni. È un peccato che le incertezze del copione penalizzino l'intento del film, perché Rovazzi ci prova davvero a farsi specchio di una generazione, proprio lui che di quell'esercito precario rappresenta un'eccezione privilegiata, irritante per molti, ma significativa nella sua evoluzione mediatica. Rovazzi oggi compie 24 anni e ieri sera il giovane ha festeggiato con gli amici fra cui anche Fedez in un ristorante Milanese. Il film, scritto e diretto da Gennaro Nunziante, racconta la storia di Fabio, neolaureato che non riesce a trovare un lavoro, considerato un "vegetale" dal padre e dalla sorellina. Un giovane talento che, dopo essersi auto-prodotto sui social mettendoci per primo la faccia, si è dovuto confrontare con attori di grande esperienza, come Luca Zingaretti e Ninni Bruschetta. Credo sia meglio che si instauri invece un rapporto civile. Il film affronta tematiche molto importanti e ha il pregio di non vedere la mia generazione come si fa troppo spesso. Il modello di realizzazione degli adulti è fortemente sbagliato, mette da parte il garbo, l'onesta', l'etica, i rapporti umani.

Latest News