MotoGP, Jorge Lorenzo: "Folger, riprenditi presto. A volte la vita è ingiusta"

Folger e Poncharal

Herve Poncharal insieme a Jonas Folger festeggiano il 2° posto al GP di Germania 2017

La Sindrome di Gilbert, diagnosticatagli dopo anni di malesseri poco prima della 'tripletta asiatica', l'ha costretto a fermarsi, ma la situazione non sembra molto migliorata.

La diagnosi della malattia ha fatto si che il pilota Yamaha Tech3, consapevole di non potersi presentare all'avvio della stagione nelle condizioni fisiche e mentali idonee per stare in sella, gettasse la spugna. "Voglio ringraziare il mio team e tutti i miei tifosi, e spero un giorno di poter tornare".

Hervé Poncharal, titolare del Team Tech 3, ha rilasciato un'intervista a caldo a Paddock-GP.com, nella quale spiega come sia fortemente rimasto scioccato nell'apprendere la decisione del ragazzo. Jonas Folger aveva conquistato il suo primo podio nella classe regina proprio nel suo GP di casa al Sachsenring, chiudendo secondo solo dietro a Marc Marquez. "Vi terremo informati sull'evoluzione della situazione".

Juventus, Bernardeschi: ''Riattacchiamo la spinta, duello scudetto con il Napoli''
Secondo me la decisione migliore per me stesso, per la mia carriera e per il mio futuro era venire qui. Io sto bene e così anche la squadra . "Ma ad oggi le favorite sembrano la Juventus e il Napoli ".


JONAS FOLGER Ecco la dichiarazione ufficiale sul ritiro provvisorio di Jonas Folger: "Sono incredibilmente amareggiato dal dover annunciare questo, ma non correrò in MotoGP nel 2018".

Prima di chiudere l'intervista, il team manager francese ha voluto spendere ancora due parole sul rapporto che aveva con Folger, e su quanto sia tuttora incredulo riguardo l'accaduto: "Ho trascorso una notte insonne perché è stato un grande shock per me: ho anche adorato il ragazzo". Ancora adesso mi riesce difficile pensare una cosa del genere, ma rispetto totalmente la decisione.

Oggi, invece, il team di Poncharal tramite un comunicato stampa informa che il pilota sarà out per tutto il 2018. Purtroppo non sono riuscito a realizzare i miglioramenti sperati e, ora come ora, non sono in grado di prendere in mano una MotoGP al massimo delle mie potenzialità. Cercherò di trovare una soluzione per un pilota sostitutivo anche se sarà una missione difficile perché tutti i piloti più veloci sono sotto contratto.

Latest News