Come funziona lo spesometro light: dati cumulati per mini-fatture

Come funziona lo spesometro light: dati cumulati per mini-fatture

Come funziona lo spesometro light: dati cumulati per mini-fatture

Per le fatture di importo inferiore ai 300 euro è prevista una comunicazione riepilogativa, niente dati in dettaglio. I due pacchetti software saranno gratuiti e si aggiungeranno ai servizi già disponibili nel portale "Fatture e Corrispettivi" del sito internet di Agenzia. La scadenza del 28 febbraio per la comunicazione dei dati delle fatture del secondo semestre dell'anno scorso è stata spostata al sessantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del provvedimento definitivo, consentendo così agli operatori di usufruire di un periodo di consultazione delle nuove regole e garantendo il rispetto delle norme dello Statuto del Contribuente. Arriva lo spesometro light per 'sminarè dell'invio delle fatture elettroniche e porre rimedio alle difficoltà che avevano fatto andare il tilt il sito del fisco, creando non poche difficoltà ai contribuenti.

Ballardini, 'Affrontarci è difficile anche per la Juve'
Ballardini? I numeri sono importanti, siamo una squadra più unita, siamo diventati più gruppo. La stagione è iniziata a luglio, si è giocato molto, ma i ragazzi si sono comunque allenati.


Il provvedimento raccoglie le indicazioni che aveva preannunciato il direttore Ernesto Maria Ruffini nel corso di un'audizione in Parlamento, che erano state elaborate dal tavolo di confronto con le categorie coordinato dal vice ministro all'economia, Luigi Casero e poi erano confluite nella cornice normativa del Decreto Fiscale dello scorso novembre. Proprio ieri infatti l'agenzia delle entrate ha annunciato una possibile semplificazione dello spesometro, ovvero il sistema telematico che permette l'invio delle fatture. Ma le nuove semplificazioni potranno essere usate anche per l'invio di comunicazioni integrative di quelle errate riferite al primo semestre 2017. Verrà quindi pubblicata una bozza, seguendo lo stesso metodo di concertazione utilizzato per i modelli di dichiarazione 2018, così da condividere con professionisti del settore, intermediari fiscali e categorie eventuali proposte migliorative, prima del varo definitivo. La principale novità riguarda le mini-fatture. I contribuenti che hanno usato il software di mercato per la predisposizione della comunicazione del primo semestre 2017 e non intendono modificarlo potranno continuare a compilare la comunicazione secondo le regole tecniche previdenti. Consentiranno di semplificare l'adempimento e limitare gli scarti delle comunicazioni dovuti a errori nella fase di compilazione. Anche chi esercita l'opzione potrà decidere se inviare con cadenza trimestrale o semestrale le comunicazioni delle fatture relative alle operazioni di quest'anno.

Latest News