Koulibaly lancia il Napoli: "Vogliamo metter fine all'egemonia della Juventus"

Lazio- Napoli

Koulibaly lancia il Napoli: "Vogliamo metter fine all'egemonia della Juventus"

Da quando sono arrivato in Italia ad oggi sono cresciuto tanto. Poi, pensando di dovermi meritare questa grande squadra, ho cominciato a lavorare intensamente. Adesso sto raccogliendo i frutti del duro lavoro. "Di certo, non mi fermerò qui". Se l'accordo fosse buono non avrei alcun problema, lo farei per la mia famiglia e per i tifosi. Il presidente De Laurentiis, come tutto il Napoli è concentrato sullo scudetto, è un'ossessione perché quest'anno si può vincere. Il centrale azzurro ha parlato della sua crescita esponenziale, dovuta a Sarri, senza tralasciare la lotta scudetto. Mi sono imposto di voler dimostrare che non si erano sbagliati a prendermi, che sarei potuto diventare uno dei difensori più forti del campionato italiano. Cosa rappresenta Sarri per me? I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti. Il mio intento e quello dei miei compagni, è di mettere fine all'egemonia bianconera. Ma il calciatore ha anche ambizioni europee: "Vorrei vincere l'Europa League: sarebbe un trofeo molto importante per il Napoli". È una scelta personale, è sua ed è giusto rispettarla.

Non è mancata qualche parola su Higuain, ancora una volta protagonista al San Paolo davanti al suo ex pubblico: "Quel goal?" "Se si siano pentiti di non aver creduto in me?" Comunque l'argentino è un fuoriclasse: nonostante conosca tutti i nostri meccanismi riesce sempre a sorprenderci. Il Sole 24 ORE si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l'ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.

Ballardini, 'Affrontarci è difficile anche per la Juve'
Ballardini? I numeri sono importanti, siamo una squadra più unita, siamo diventati più gruppo. La stagione è iniziata a luglio, si è giocato molto, ma i ragazzi si sono comunque allenati.


Domenica riprende il campionato dopo la sosta e ad attendere gli azzurri c'è l'Atalanta.

Latest News